Cronaca

Nola – Aggressione clochard, condanne per i tre maggiorenni

Sei anni ed otto mesi. Questa la decisione del Gup del tribunale di Nola a carico dei tre maggiorenni responsabili dell’aggressione del senzatetto Vaslav Briza, pestato brutalmente nella notte tra il 17 e il 18 marzo del 2015. Una sentenza pesante superiore alla richiesta del Pubblico Ministero che aveva avanzato una condanna a 4 anni e otto mesi. Per i tre giovani anche l’obbligo di dover versare una previsionale di 20mila euro al clochard vittima dell’aggressione. Grazie alla Caritas, il cittadino ceco, ha ricevuto assistenza morale, legale e sanitaria, ed ha potuto affrontare il decorso post ricovero. Ma i segni di quella assurda notte di violenza restano nel fisico e nella mente. Tre maggiorenni e quattro minorenni, sorpresero l’uomo mentre dormiva in un rifugio di fortuna nei pressi della ferrovia. Il pestaggio senza pietà, poi il ricovero in ospedale. La vicinanza delle istituzioni,  della chiesa, l’azione di sostegno di Caritas e  Comunità di Sant’Egidio, i tanti perché che accompagnarono un episodio così violento. Un caso finito sulle cronache nazionali, pesando sulla comunità nolana con un brutto campanello di allarme, seguito qualche mese dopo dall’aggressione a Leandra Romano.

Episodi violenti che aprono a riflessioni, mentre il cammino di recupero dei quattro minorenni continua, come disposto dai giudici.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto