Serie DVN Calcio

Nola 1925 – Sorrento e Nola si dividono la posta in palio

Pareggio a reti inviolate allo stadio “Italia”

Persiste il segno X tra Nola e Sorrento. Questa volta non servono i calci di rigore per decretare un vincitore, le due formazioni guadagnano un punto a testa, utile per continuare la propria marcia in campionato.

Le due squadre fanno sul serio, particolare evidenziato dagli undici titolari scelti da Guarracino e Liquidato rispetto alla gara di Coppa. D’Anna, l’ultimo arrivato in casa Nola, parte subito titolare.

Gli ospiti ci provano con Esposito: l’ex Savoia, su suggerimento volante di Scielzo, ci prova col destro da fuori ma la sua conclusione è senza precisione.

La risposta dei padroni di casa è affidata al colpo di testa di Gargiulo: ben servito in area da Todisco, il numero 9 costringe Gragnaniello alla parata bassa.

Ancora Sorrento, dalla destra Russo fa partire un cross profondo diretto verso il secondo palo; in mischia è Costantino a spizzare la palla di testa senza però impensierire Gragnaniello.

Tagliamonte dimostra di essere tra i più attivi per gli ospiti: prima con un difettoso colpo di testa e poi con un gran recupero in area di rigore; il suo passaggio in direzione Esposito è sporcato da Guarro, la palla arriva sui piedi di D’Anna che di prima intenzione esplode un potente destro che si perde oltre la traversa.

Il Sorrento vede il vantaggio alla portata con Costantino: il numero 11, servito da Gargiulo, tenta la sorte con una conclusione di prima intenzione, trovando la bella risposta di Gragnaniello.

In chiusura di tempo, De Angelis cerca la via della rete con un’azione partita dalla destra, il pallone sibila alla sinistra di Gragnaniello e va sul fondo.

Alla ripresa, i padroni di casa fanno la voce grossa con Rizzo: tutto solo in area di rigore, cerca il piazzato col sinistro con la sfera che si perde sul fondo.

Al 52’ il signor Robilotta della sezione di Sala Consilina fischia un penalty in favore dei rossoneri. L’atterramento in area di De Angelis è punito con la massima punizione, sul dischetto si presenta Gargiulo ma la sorte gli è avversa, il centravanti locale viene ipnotizzato da Gragnaniello che con un balzo sventa la minaccia mantenendo così lo 0-0.

I padroni di casa non ci stanno, continuando a macinare gioco. Questa volta dalla sinistra parte un rasoterra verso il centro, Mocerino è bravo a metterci una pezza in scivolata.

Il Nola è in difficoltà, il Sorrento vuole approfittarne gettando il cuore oltre l’ostacolo ma la precisione è latente in casa rossonera.

Più tardi è ancora il Sorrento a cercare il vantaggio, da calcio d’angolo il bel colpo di tacco di Todisco trova la pronta parata di Gragnaniello.

Sul finale di gara è il Nola ad avere una buona occasione: un caparbio Stoia ruba palla in area di rigore e scarica verso Esposito, la punta però non colpisce bene la sfera con quest’ultima che si perde lemme lemme sul fondo.

Termina così la sfida. I rossoneri maledicono la sfortuna, le migliori occasioni sono state create proprio dai padroni di casa. Tutto sommato una buona gara per il Nola, ha resistito e mantenuto la porta inviolata portando a casa un punto importante.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close