Girone HSerie DVN Calcio

Nola 1925 – Sconfitta di misura tra le mura amiche

La prima del 2019 va al Francavilla, 1-2 il finale

Non una bella prova quella offerta dal Nola. Nella prima gara ufficiale del 2019 i bianconeri incappano in una sconfitta contro il Francavilla. Il team allenato da mister De Sarno non ha messo in campo la giusta cattiveria ed il carattere mostrato nelle recentissime gare casalinghe.

Gli ospiti sono stati bravi a capitalizzare le proprie occasioni e ad approfittare degli errori di un Nola apparso pesante e con pochi spunti dei singoli.

Nella prima frazione, c’è di mezzo anche la sfortuna, con i padroni di casa vicini alla rete a più riprese.

I primi 15 minuti vanno a referto con un nulla di fatto.

E’ il 18’ quando D’Auria serve Collocolo con un cross, il centrocampista tenta la conclusione ma non trova la rete.

La risposta di marca nolana al 20’ con Vaccaro, il tiro al volo del capitano però termina alto.

Al 27’ Esposito, servito da Anzalone, cerca un gol fantascientifico ma il suo tentativo di prima termina largo.

Sabatino Vaccaro al 33′ sfiora la traversa, la sua punizione non è abbastanza precisa.

Al 34’ percussione sulla destra di Troianiello che la mette al centro, Napolitano in tuffo manca all’appuntamento con il vantaggio.

Al 36’ opportunità Francavilla, il tiro di D’Auria è deviato in angolo

Tra il 38’ e il 40’ doppia occasione per il Francavilla con D’Auria protagonista: il suo tiro violento trova la risposta di Gragnaniello poi la sua punizione scheggia la traversa su deviazione del numero 1 bianconero. Sugli sviluppi del corner è lo stesso D’Auria a colpire di testa senza trovare la rete.

Allo scadere dei primi 45’ ecco il vantaggio ospite: il tap in lo firma Leonetti su assist di Ragone.

La seconda parte di gara è vibrante, ma solo nei primi 20’.

Infatti al 49’ arriva il raddoppio sinnico con D’Auria: niente da fare per la retroguardia bruniana, il numero 10 rossoblu scappa via in solitaria e a tu per tu con Gragnaniello fa 2-0.

Al 66’ Il Nola accorcia le distanze con il subentrato Stoia: il classe 98’ lavora un ottimo pallone in area e col destro supera Alvigini.

La girandola dei cambi spezza i ritmi, la restante parte di questo incontro vede il Nola cercare il pareggio e il Francavilla difendersi con le unghie e con i denti.

In pieno recupero, calcio di punizione da distanza ravvicinata in favore dei locali: sulla mattonella ci va Gennaro Esposito che non trova la gloria, il suo tentativo non impensierisce il portiere.

Dopo 4’ di recupero assegnati da Alessio Angiolari della sezione di Ostia Lido, termina la sfida.

Non parte bene il 2019 del Nola, col Francavilla si trattava di uno scontro diretto tra due squadre con pochi punti al di fuori della zona play-out.

Il vantaggio del Nola sulla prima squadra del blocco play out, il Gravina, ora è di solo un punto, in vista della fondamentale sfida in trasferta contro l’Ercolanese

 

 

TABELLINO

NOLA 1925 – F.C. FRANCAVILLA     1-2

MARCATORI: 45′ Leonetti (F), 49′ D’Auria (F), 66′ Stoia (N)

NOLA: Gragnaniello, Lippiello (77′ Milvatti), Anzalone (65′ Paradisone), Del Prete (87′ Sare), Colarusso, D’Anna, Troianiello, Vaccaro, Esposito G., Tagliamonte (60′ Colonna), Napolitano (53′ Stoia); a disposizione: Capasso, Esposito G.M., Esposito P., Madonna. All. De Sarno

FRANCAVILLA: Alvigini, Raiola, Ragone, Morales (74′ Grandis M.), Giordano (65′ Pagano), Di Giorgio, Grandis T., Collocolo, Leonetti (83′ Chavarria), D’Auria, Lavopa (78′ De Gol); a disposizione: Boglic, Lavano, Cardamone, De Lorenzo, De Marco. All. Lazic

AMMONITI: Del Prete (N), Colarusso (N), Di Giorgio (F).

RECUPERO: 1′ e 4′

ARBITRO: Alessio Angiolari di Ostia Lido

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close