EccellenzaVN Calcio

Nola 1925 – Sconfitta amara contro l’Audax Cervinara

In casa della formazione caudina finisce 4-3

Una partita mai banale tra Audax Cervinara e Nola 1925. In questa pirotecnica sfida le due compagini si sono affrontate a viso aperto, regalando spettacolo ai numerosi presenti allo stadio. Il match è terminato 4-3 in favore della formazione di casa, i bianconeri però hanno qualcosa da recriminare visto il rigore concesso dal signor Russo di Salerno negli istanti finali di questa emozionante sfida.

Le due squadre non si perdono in tatticismi, aggredendosi senza badare alla difesa; al 19’ i bruniani passano in vantaggio grazie a Zaccaro, la sua è una perla di rara fattura imprendibile per De Luca.

Il Nola non molla così come la formazione di casa, i caudini in chiusura di prima frazione agguantano il pareggio gerazie a Colarusso: il numero 22 stacca senza opposizione nel cuore dell’area di rigore e con una precisa zuccata fa 1-1

Il secondo tempo è ancor più ricco di gol. L’Audax passa in vantaggio al 63’: verticalizzazione immediata verso capitan Zerillo, la difesa ospite è mal posizionata, il numero 13 si invola, supera Avino in dribbling e porta in vantaggio i suoi.

Il Nola non ci sta e caparbio cerca la via del pareggio. Su un cross dalla sinistra sulla trequarti, il pallone piombato in area è svirgolato dal difensora locale Ciampi, che sfortunatamente mette il pallone dentro la sua porta. Sfortunata l’autorete che regala così il momentaneo pareggio agli ospiti.

Ma questa non è una normale partita, questa sfida ricca di capovolgimenti regala ancora emozioni come quando al 74’ il subentrato Petrone mette una bella palla ancora per Zerillo, il capitano caudino, ben pescato in area, realizza con un colpo da biliardo che trafigge Avino in uscita.

Questa partita vietata ai deboli di cuore regala ancora emozioni. Il Nola è una brutta gatta da pelare, tesi confermata dalla rete del 3-3 di Colonna all’83’: il numero dieci bianconero è bravissimo a ribadire in rete il pallone stampato sulla traversa da Zaccaro, il migliore dei suoi.

Quando tifosi locali ed ospiti assaporavano già il punto guadagnato in questa infinita sfida, il signor Russo della sezione di Salerno assegna all’Audax Cervinara la massima punizione.

Questa decisione scatenerà le ire dei giocatori bianconeri, convinti della bontà dell’intervento di Schioppa. Al minuto 95’ Colarusso regala i tre punti ai suoi grazie alla trasformazione del tiro dagli 11 metri, l’ultimo acuto in una partita davvero scoppiettante.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Close
Close