Girone ISerie DVN Calcio

Nola 1925 – Ritorno ai tre punti: 2-0 alla Cittanovese

Una rete per tempo basta ai bianconeri per conquistare la vittoria

Prestazione autoritaria per il Nola. Nella sfida contro la Cittanovese si è rivisto il Nola tutto qualità della prima parte di stagione. Marcia in più quest’oggi è stata la fame dei calciatori bruniani: una caratteristica fondamentale, così come grinta e la voglia mostrate in campo, necessaria per esprimere buon calcio e per portare a casa i risultati.

La gara è stata ben disputata da ambo le formazioni, il Nola però ha subito mostrato i muscoli e cercato la rete con maggiore convinzione. La Cittanovese, specie nel primo tempo, è apparsa fin troppo arroccata in difesa, facilitando così il possesso palla locale.

Al 17’ i padroni di casa provano ad approfittare di uno svarione difensivo. Maggio serve Giliberti che in sforbiciata manda alto.

Al 21’ Acampora prova la giocata personale. La sua conclusione è spedita in angolo.

Il Nola passa in vantaggio al 37’. Marrella sfonda sulla destra e apparecchia al centro per Maggio. Da vero rapinatore d’area, il centravanti bianconero anticipa il rispettivo marcatore e con una zampata fa 1-0.

I bruniani vanno vicini al raddoppio al 43’. Acampora calcia al volo, ma il tentativo è centrale. L’azione prosegue, la palla arriva a Maggio che stoppa elegantemente e si esibisce in una bella rovesciata. Latella, con un grande intervento, dice di no.

Il secondo tempo si apre con il contropiede Cittanovese.

Ottima ripartenza giallorossa al 51’. Paviglianiti va al cross dalla sinistra, nel traffico dell’area di rigore è Biondo a trovare la conclusione, Raimondi si immola sventando il pareggio calabrese.

Risponde il Nola pochi secondi più tardi. Maggio trova la parata di Latella.

Il Nola si abbassa, la Cittanovese ci prova con più mordente.

Ma i padroni di casa non mollano e nel giro di 3’ si affacciano nell’area avversaria per ben due volte.

Al 68’ con un’azione insistita, non finalizzata da Giliberti. Palla alta.

E al 71’ quando Acampora e Maggio costruiscono una bella azione, Giliberti sulla respinta non è preciso.

Il raddoppio Nola è cosa fatta all’80’.

Faella, ben servito da Maggio, si presenta al cospetto di Latella. Nel face to face con l’estremo ospite, il subentrato numero 20 non sbaglia e con un tocco preciso spedisce la sfera alle spalle del numero 1 giallorosso per il definitivo 2-0.

Al 90’ la Cittanovese ci prova da calcio di punizione. Mazzone calcia ma trova la risposta di Anatrella.

Dopo 4’ di recupero assegnati dal signor Totaro della sezione di Lecce, termina questo incontro.

Un risultato che dà continuità a mister Esposito e soci. Grazie a questa affermazione, il Nola aumenta il distacco sulla zona calda: la distanza dal blocco playout ora è di 4 punti.

Adesso testa al prossimo impegno, l’ennesimo scontro diretto di questo girone di ritorno: in trasferta sul campo del Roccella.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close