Girone ISerie DVN Calcio

Nola 1925 – Maggio stende il Castrovillari, finisce 2-1

Seconda vittoria consecutiva, sfatato il tabù “Sporting”.

Il 2019 del Nola termina in bellezza. Nella sfida contro il Castrovillari sono arrivati tre punti dall’importante peso specifico. I bianconeri si tirano fuori dall’acque agitate della griglia playout grazie ad una prestazione generosa, contro una formazione tosta.

Sei punti consecutivi frutto del lavoro dell’intero staff nolano; i calciatori bianconeri hanno affrontato questa gara con la giusta mentalità non disunendosi dopo la rete subita a freddo dal campano Guarracino. La determinazione e la voglia di vincere hanno fatto il resto.

Ed ecco che, dopo appena 90’’ di gioco, gli ospiti passano in vantaggio con il neo acquisto Guarracino. L’ex Portici è bravo nell’approfittare di un errato disimpegno di Marrella ed a superare Anatrella per lo 0-1.

Il Nola tarda ad assestarsi e rischia grosso al 5’. Il classe 2001 Consiglio va vicino al raddoppio con questa conclusione che termina di poco sul fondo.

Il Nola inizia a creare sortite offensive all’11’. I locali guadagnano un angolo: sulla gittata al centro si fionda Guarro che schiaccia troppo di testa. Palla larga.

Al 16’ arriva il pareggio Nola. Gestione difensiva approssimativa del Castrovillari. Maggio è ben appostato, il suo pressing è vincente: il centravanti raccoglie lo sciagurato retropassaggio di Vona e indirizza la sfera alle spalle di Aiolfi per l’1-1.

Giallo allo “Sporting Club” e non per il colore della divisa dei padroni di casa. La rete del pareggio nolano è frutto sì della caparbietà di Maggio ma anche, forse, di una svista arbitrale.

Gli ospiti rispondono subito presente 1’ più tardi. Cangemi di testa devia il pallone verso lo specchio, Anatrella si esibisce in una bella parata, sventando così la minaccia.

Al 19’ Faella fa partire un cross diretto al secondo palo, Guarro di testa spedisce la sfera larga di poco.

Al 21’ il Nola la ribalta. Triangolo tra Cardone e Guarro con quest’ultimo che va al cross, morbido, in direzione Domenico Maggio. Il numero 9 realizza la personale doppietta così. Una rete straordinaria che manda in visibilio il pubblico presente allo “Sporting”.

Il Castrovillari si organizza ma la prima occasione, dopo lo svantaggio, arriva al 40’. Sugli sviluppi di un calcio da fermo, La Ragione taglia sul primo palo ma trova l’ottimo intervento di Anatrella.

Un primo tempo divertente lascia spazio ad una contratta seconda frazione.

Il Nola si difende con le unghie e con i denti. Castrovillari alla disperata ricerca del pareggio.

Ci prova al 57’. Barilaro, tra i più attivi per i rossoneri, divora la fascia destra e serve il neo entrato Rosi. Anatrella dice di no alla rete ospite.

Poi al 75’ con Guarracino. Cross dalla trequarti, il numero 9 ospite arriva sulla palla con un pizzico di ritardo e l’azione sfuma.

L’ultima occasione del match è a favore dei calabresi. Facundo Graziano, da poco arrivato al Castrovillari, ha la possibilità di conquistare un posto d’onore nel cuore dei suoi tifosi ma Anatrella è super. L’estremo bianconero disinnesca così la bella battuta a rete del centrocampista.

Dopo i 5’ di recupero assegnati dal signor Ursini della sezione di Pescara può partire la festa.

Il Nola per Natale si regala una bella vittoria di carattere, ancora una volta in rimonta. Prima affermazione tra le mura amiche dello “Sporting Club”.

Il trittico di gare fondamentali non è concluso qui, manca la tappa di Marina di Ragusa. Ne riparleremo a Gennaio, arrivarci con 2 vittorie consecutive lascia ben sperare.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close