Girone HSerie DVN Calcio

Nola 1925 – La sfida col Nardò si giocherà a porte chiuse

Una decisione che fa storcere il naso alla proprietà e alla piazza bianconera

Nella serata di Venerdì arriva la conferma, Nola – Nardò si disputerà a porte chiuse. La prima stagionale tra le mura amiche per il Nola non è ancora iniziata ma le polemiche sono già vive. La macchia di questo weekend nolano nasce dall’impossibilità di far partecipare i tifosi a questa suggestiva gara di campionato, la prima allo “Sporting Club”.

Una notizia davvero deludente: i tifosi locali avrebbero senz’altro spinto i propri beniamini alla vittoria. Il dodicesimo uomo poteva fare al caso della compagine bianconera, in quella che si presenta una sfida dall’esito incerto. Tra i supporters di casa c’è rabbia: la corsa al tagliando è stata incredibilmente stoppata sul nascere.

Il perché è ancora avvolto nella nebbia dell’incertezza. Abbiamo raggiunto telefonicamente la proprietà per approfondire l’argomento che ha declinato l’invito in maniera garbata, promettendo un pronto intervento ai nostri microfoni. Nel frattempo la società si è tutelata con un comunicato stampa, chiedendo scusa ai tifosi ed allo stesso tempo puntando il dito contro le istituzioni, complici a loro volta della mancata presenza dei tifosi sulle gradinate.

Chi è il colpevole di questo misfatto? Non è chiaro. Solo nei prossimi giorni si verrà a sapere di più su chi tra Forze dell’Ordine, gestori dello “Sporting Club” e Amministrazione Comunale abbia dovuto muoversi in tempo utile per garantire la presenza dei tifosi allo stadio.

Adesso, con la certezza che Nola – Nardò si disputerà a porte chiuse, c’è un solo risultato: quello della sconfitta per il Nola Calcio e i suoi tifosi.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto