Girone ISerie DVN Calcio

Nola 1925 – La sfida alla Palmese vale più del Palermo

Archiviato il big match, è tempo di fare punti in ottica salvezza

Sono 8 i punti che dividono Nola e Palmese. La formazione calabra è attualmente il fanalino di coda del girone I a quota 4 punti, frutto di 1 vittoria, 1 pareggio e 7 sconfitte.

Il decimo turno di questo campionato oppone ai bianconeri la peggior difesa del torneo: il pacchetto difensivo neroverde infatti, in 9 turni ha subito la bellezza di 21 reti, 10 delle quali in casa. Il terzo peggior attacco del campionato conta 9 segnature in totale, tra le mura amiche i calabresi sono andati in gol 6 volte: nella vittoria contro il Corigliano per 3-2 e nelle sconfitte contro FC Messina, 2-4, e contro il Licata, 1-2. Il trend dei calabresi non è dei migliori: l’unico acuto è stato nel derby contro il Corigliano e nell’altra sfida tutta calabrese contro il Castrovillari, terminata 0-0. Poi solo sconfitte per la Palmese, ben tre in quattro turni casalinghi. Uomo del momento in casa neroverde è Simone Fioretti, attaccante classe ’95, autore di 4 reti in campionato.

Il Nola ha gonfiato la rete in 10 occasioni, ben 7 volte lontano dallo “Sporting Club”. In perfetto equilibrio con le realizzazioni ci sono le reti subite, 10 in 9 turni equamente divise tra casa e trasferta. La retroguardia bianconera è quinta nella speciale classifica delle miglior difese, in compagnia del Giugliano. Il recente rendimento degli uomini di mister Gianluca Esposito non ha portato frutti in fatto di punti ma di sicuro ha smosso interesse per il gioco applicato, specie nelle sfide perse contro Biancavilla e Palermo.

Ed è proprio la guida tecnica Bruniana che fa il punto della situazione, con un focus particolare sul prossimo decisivo incontro.

Il Nola veleggia nella parte media della graduatoria, sono 12 i punti messi in cascina fin qui. Il vantaggio sulla zona retrocessione è di tre lunghezze. Sono quattro invece i punti che separano i bianconeri dalla zona playoff, con il Savoia quinto a quota 16 punti. La classifica non preoccupa ma l’attenzione è massima: l’unico obiettivo del Nola è portare a casa i tre punti.

Predica bene e razzola meglio Giuseppe Gargiulo, difensore classe ’97, messosi in mostra nelle ultime gare disputate. L’ex Mondragone e Gravina richiama alla concentrazione massima i suoi compagni in vista del prossimo delicato impegno.

La punta dello stivale italiano porta bene al Nola. Si tratta della quarta sfida su cinque in programma nel girone di andata. Nei precedenti incontri sono stati raccolti 7 punti: 0-0 in trasferta contro la Cittanovese, in casa contro il Roccella gara vinta 1-0 e la larga affermazione sul campo del Corigliano per 5-2. Le statistiche sorridono ai bianconeri: la formazione capitanata da Antonio Guarro ha sempre portato punti a casa contro una calabrese.

Non resta altro che attendere il fischio d’inizio, in programma alle 14.30 presso lo stadio “Giuseppe Lopresti” di Palmi. La direzione di gara è stata affidata al signor Mauro Stabile della sezione di Padova; con gli assistenti di gara Francesco Picciche’ della sezione di Trapani e Alfio Selmi della sezione di Acireale.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close