Girone HSerie DVN Calcio

Nola 1925 – La doppietta di Figliolia stende il Nola

Sorrento corsaro grazie alle due reti dell’ex Ercolanese

Nel secondo derby consecutivo del 2019 il Nola incappa in una sconfitta casalinga contro il Sorrento. Decisivi i tre minuti di sbandamento, tra il 25’ e il 28’, dove Simone Figliolia ha timbrato per ben due volte il cartellino. Una doppietta decisiva ai fini del risultato, nel secondo tempo il Nola ci ha provato ma il Sorrento si è chiuso a riccio difendendo il vantaggio fino al 95’.

Il Nola, orfano di D’Anna squalificato per somma di ammonizioni, ritrova Colarusso schierato difensore centrale al fianco di Pasqualino Esposito. Per il resto, stessa formazione presentata a Mugnano contro l’Ercolanese.

Al 4’ i padroni di casa imbastiscono un’azione offensiva: la palla smistata sulla destra è messa al centro da Troianiello in direzione Tagliamonte ma il direttore di gara Simone Taricone della sezione di Perugia ferma tutto per un fallo in attacco.

Al 12’ il Sorrento va vicino al vantaggio: la botta a colpo sicuro è disinnescata da Esposito.

Ancora Sorrento al 16’: il forcing degli ospiti produce un calcio d’angolo che porta alla conclusione De Rosa, il centrocampista ci prova al volo ma la palla va alta.

Al 25’ gli ospiti passano in vantaggio grazie a Simone Figliolia: bellissima la sua realizzazione, il numero 11 riceve, controlla e in sforbiciata trafigge Gragnaniello.

Al 28’ arriva il raddoppio Sorrento: azione concitata in area di rigore, Gragnaniello respinge la prima conclusione ma sulla ribattuta di Figliolia non può nulla. La punta di testa fa 2-0.

Al 42’ doppia opportunità Nola da calcio d’angolo: sul primo corner Colarusso non affonda il colpo guadagnando un secondo tiro dalla bandierina, dal quale Del Prete prima e Lippiello poi non riescono a trovare la rete.

Si va a riposo dopo 3’ di recupero. La seconda parte di gara si apre con la rete del Nola.

Al 46’ bella manovra imbastita dal Nola con Napolitano che va al cross, nella selva di gambe a spuntarla è Gennaro Esposito ribadendo in rete il pallone per il momentaneo 1-2.

La risposta dei costieri al 54’: Gargiulo viene servito in area e ci prova col sinistro con la palla che vola alta sopra la traversa.

Dopo aver subito il gol, il Sorrento di Maiuri si chiude bene agendo prevalentemente dietro la linea della palla e ripartendo in contropiede.

Il Nola ci prova ma non riesce a scardinare il fortino eretto da Guarro e compagni. La girandola di cambi non favorisce il Nola costretto a lottare contro avversari arcigni e contro il cronometro.

Non bastano i 5’ di recupero assegnati dal fischietto umbro, il Nola perde lo scontro salvezza.

Poche idee e troppo nervosismo per il Nola in questa sfida. Nei 9 derby, tra andata e ritorno, sono arrivati solo 5 punti. Un bottino magrissimo se si considera la posizione in classifica delle compagini campane.

In due campionati il Sorrento ha guadagnato 6 punti allo “Sporting”: in Eccellenza così come in Serie D il punteggio finale è di 2-1 in favore dei costieri. Una sconfitta nel segno del centravanti Figliolia, acquisto invernale dei rossoneri, già marcatore allo “Sporting” con la maglia dell’Ercolanese alla seconda gara di andata.

E ora è tempo di rimboccarsi le maniche, la prossima gara dei bianconeri è tutt’altro che semplice: il Picerno attende il Nola al “Donato Curcio”.

 

IL TABELLINO

NOLA 1925 – SORRENTO 1945            1-2

MARCATORI: 25’ e 28’ Figliolia (S), 46’ Esposito G. (N)

NOLA: Gragnaniello, Paradisone, Lippiello (70’ Anzalone), Del Prete, Esposito P., Colarusso, Troianiello (82’ Gaetano), Vaccaro (65’ Madonna), Esposito G., Tagliamonte (65’ Pastore), Stoia (46’ Napolitano); a disposizione: Caliendo, Colonna, Milvatti, Esposito G.M. All. De Sarno

SORRENTO: Giordano, Todisco, Esposito L. (11’ Scarf), Masi (79’ Paradiso), D’Alterio (88’ Russo), Guarro, Bozzaotre (58’ Vitale), De Rosa, Gargiulo, Herrera, Figliolia (65’ Rizzo); a disposizione: Munao, D’Angolo, De Martino, Chirullo. All. Maiuri

AMMONIZIONI: Lippiello (N), Figliolia (S), Troianiello (N), Giordano (S), Herrera (S).

RECUPERO: 3’ e 5’

ARBITRO: Simone Taricone di Perugia

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close