Girone HSerie DVN Calcio

Nola 1925 – Doppio Esposito, Gragnano al tappeto

Al “San Michele” il Nola si aggiudica i tre punti, 2-1 il finale

 

Nola batte Gragnano 2-1.Il ritorno alla doppietta di bomber Gennaro Esposito coincide con i tre punti. Tre realizzazioni in due giornate consecutive per il classe ‘84. La doppietta del numero 9 bianconero mancava dalla 13^ giornata, in casa, contro l’Altamura.

Il derby contro il Gragnano poteva nascondere qualche insidia. Le due campane, alla vigilia, si trovavano appaiate in classifica a 27 punti. Prima dell’inizio delle ostilità, omaggio a capitan Savino Martone per le 500 presenze in maglia gialloblu: bella la coreografia dei supporters locali.

Le premesse per una gara avvincente c’erano tutte: una bella giornata di sole ha accompagnato i 22 in campo, le due tifoserie si sono fatte sentire per tutto l’arco dei 90’ sostenendo i propri beniamini. Numerosi gli aficionados di marca bianconera accorsi in quel di Gragnano.

Il primo tempo è un autentico botta e risposta: per i locali, Chiariello in torsione di testa trova la smanacciata in angolo di Gragnaniello; Esposito, per gli ospiti, spreca una buona occasione calciando col sinistro.

Ancora Gragnano con il numero 11 Qehajaj, servito da Tascone, di testa non riesce a trovare lo specchio della porta. Risponde il Nola, la ghiottissima occasione capitata a Colonna è deviata sul più bello in angolo.

Successivamente, bella la serpentina di Gassama ma l’azione personale del numero 10 di casa non porta i frutti sperati. Poi il Nola costruisce una buona azione che porta alla conclusione di capitan Vaccaro, il suo tiro è da dimenticare.

Tante azioni ma nessun gol al termine della prima frazione. Nel secondo tempo il Nola fa la voce grossa: Tagliamonte mette il turbo e calcia trovando l’opposizione di Russo, la palla si impenna ma capitan Martone ci mette una pezza.

Pochi minuti dopo è ancora Tagliamonte, dalla sinistra, a creare pericoli: la sua botta da fuori trova ancora una volta la risposta di Russo ma sulla respinta Gennaro Esposito è il più lesto di tutti a ribadire in rete il pallone del vantaggio bianconero.

Solo 3’ più tardi i padroni di casa agguantano il pareggio: Gassama in piena area di rigore è freddo nell’insaccare il gol del momentaneo 1-1.

La fase di stallo tra le due formazioni regna sovrana fino al 78’ quando dalla destra piove un cross sul secondo palo dove staziona, libero da marcature, Gennaro Esposito che col destro trafigge Russo per il definitivo 1-2.

A rete subita, arrivano immediate le proteste dei calciatori di casa: le polemiche non si placheranno nemmeno al triplice fischio.

Agli uomini di mister Campana non basterà la supremazia territoriale degli ultimissimi minuti di gioco. Da corner il giovane Di Costanzo salta più in alto di tutti, il salvataggio sulla linea di Sabatino Vaccaro è provvidenziale.

Termina così questo vibrante scontro salvezza. Nola e Gragnano hanno dato spettacolo: con 7 giornate ancora da giocare la permanenza in Serie D è alla portata di entrambe le compagini.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close