Girone HSerie DVN Calcio

Nola 1925, dimissioni per Stefano Liquidato

Durato poco più di un mese il suo Nola bis

Si attendeva solo l’ufficialità, giunta tra l’altro nelle ore serali di martedì con un breve comunicato stampa. Stefano Liquidato si è dimesso, il rapporto lavorativo tra il tecnico baianese e il Nola si è interrotto a poche ore dalla partita persa nel derby casalingo contro la Sarnese.

Una sconfitta che, 72 ore dopo, brucia ancora e che probabilmente ha compromesso irrimediabilmente il cammino verso la salvezza del Nola, attualmente quindicesimo a quota 30 punti, pari merito proprio con la Sarnese.

La decisione del tecnico, secondo il comunicato, pare essere arrivata nell’immediato post Sarnese e non senza polemiche: una scelta, quella di lasciare Nola, che divide i tifosi tra chi lo ha sempre sostenuto e stimato e chi, anche durante la stessa sfida contro la Sarnese, dalle tribune inneggiava al suo allontanamento. E fatale per mister Liquidato è stata un’altra campana: alla 5^ di andata, la sconfitta interna contro il Pomigliano gli costò il posto venendo esonerato. Questa volta ad ammainare le vele è stato lo stesso allenatore, non presentandosi alla ripresa degli allenamenti e lasciando in balia delle onde quelli che fino a poche ore fa sono stati i suoi uomini.

La settimana di avvicinamento alla trasferta di Altamura è iniziata in maniera tutt’altro che serena, squadra e dirigenza hanno avuto un confronto verbale durato oltre 40 minuti.

La prima seduta di allenamento settimanale è stata decisamente all’insegna della tensione: petardi e bottiglie di vetro sono state lanciate da ignoti nei pressi degli spogliatoi e in campo all’indirizzo della squadra, rischiando di ferire in maniera grave un membro dello staff Nola. Immediato l’intervento della Polizia che ha garantito il regolare svolgimento dell’allenamento del martedì, diretto nell’occasione dal preparatore dei portieri, Marco Mazzone.

Le dimissioni di Stefano Liquidato sono un atto di responsabilità, un gesto per scuotere l’ambiente” così il direttore sportivo bianconero Francesco Mennitto sull’addio dell’oramai ex mister Bruniano. In ottica futura, il DS Mennitto ha ben chiaro l’identikit del prossimo papabile a sedere sulla panchina bianconera: “La società sta cercando un profilo che possa avere conoscenza della categoria e dell’ambiente. Un allenatore con personalità e carisma, bravo a motivare una squadra giù di morale dopo le ultime due sconfitte”. Le prossime ore saranno decisive per scoprire il futuro del Nola.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto