Girone HSerie DVN Calcio

Nola 1925 – Contro il Pomigliano serve un cambio di rotta

Nel derby di Domenica, stagione al crocevia

Partita meno complicata non poteva arrivare per queste due compagini: Nola e Pomigliano infatti non vivono un buon momento nell’aggregato H di Serie D. I bianconeri vengono da due sconfitte consecutive; l’unico acuto fin qui alla prima giornata con la vittoria esterna sul campo del Francavilla in Sinni. I granata sono il fanalino di coda di questo girone, dall’alto (o dal basso in questo caso) dell’unico punticino conquistato proprio lo scorso turno, in casa, contro il Fasano.

Entrambe le società sono corse ai ripari, cercando di acquisire giocatori capaci di dare un contributo sostanzioso alla causa. A Nola sono arrivati D’Anna, Troianiello, Gaetano e in ultimo, per ordine temporale, Pasqualino Esposito, di professione difensore centrale classe ’93 ex Correggese, Campobasso e Potenza.

Il Pomigliano, visto il tragico inizio in campionato, si è dato da fare e in una settimana ha rimpolpato la rosa a disposizione. Successivamente all’arrivo di mister Renato Cioffi, il “Pomi” ha acquisito le prestazioni di Moi, Platone e di bomber Domenico Girardi.

Domenica sarà sfida decisiva per queste due compagini: lesquadre rappresentanti la regione Campania non se la passano bene in campionato,la situazione attuale è ben evidenziata dalla classifica: sono 5 su 6 le formazioni campane impelagate nella zona calda del gruppo H.

I tifosi in settimana, hanno seguito gli allenamenti dei propri beniamini per dimostrare attaccamento e fiducia, fondamentali in questo negativo periodo.

L’attesa per questo derby è quasi agli sgoccioli, allo “Sporting Club” ci sarà il pubblico delle grandi occasioni.

Le due formazioni hanno bisogno di una svolta: mettere la marcia giusta per il conseguimento dei rispettivi obiettivi stagionali.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Close