Girone ISerie DVN Calcio

Nola 1925 – Pareggio ad occhiali in quel di Cittanova

Il Nola riesce a strappare un punto ma fallisce un rigore

 

Peccato per il calcio di rigore fallito da Stoia, in favore del Nola, in apertura secondo tempo, forse l’unica vera fiammata in un pomeriggio povero di emozioni. Lo 0-0 di Cittanova ha anche dei lati positivi: si è raccolto un punto in trasferta che non fa mai male, portando a casa la seconda imbattibilità consecutiva non avendo subito reti. Le fastidiose ed oramai numerose defezioni (ultima in ordine cronologico, l’infortunio di Guarro a pochi minuti dall’inizio del match) preoccupano l’ambiente ma non mister Esposito: “Dopo i primi 25’ così così, è venuta fuori la personalità dei miei ragazzi. Senza Guarro, oggi il più anziano in campo aveva 24 anni”.

Sana iniezione di fiducia nonostante l’occasione persa a metà.

Passando alle immagini, la Cittanovese, affamata di punti, ha manovrato principalmente sul lato sinistro nei primi 45’.

Paviglianiti crossa al centro, Tripicchio si muove bene ma Capasso prima e Reale poi sventano la minaccia.

Capasso è pronto, nell’azione successiva, sul tentativo di sinistro di Paviglianiti, a bloccare la sfera.

Ancora padroni di casa con Tripicchio. Il numero 10 per ben due volte cerca il vantaggio: in spaccata colpendo male la palla e poi non centrando la porta.

Termina a reti bianche il primo tempo. La seconda frazione si apre con il fischio della direttrice di gara Valentina Finzi della sezione di Foligno in favore del Nola, punito l’intervento in piena area e in ritardo di Paviglianiti su Todisco.

Sul dischetto ci va Stoia: portiere da una parte e palla dall’altra ma incredibilmente non in fondo al sacco; la sfera termina la sua corsa sul fondo.

Respiro di sollievo per i giallorossi che ci provano direttamente da calcio di punizione: velenosa la conclusione di Sessa, Capasso manda in angolo.

Le schermaglie tra calabresi e campani continuano: in area Nola, Silenzi crea scompiglio ma deve arrendersi dinanzi al muro eretto da Mileto e soci.

L’assalto del Nola al fortino della Cittanovese si completa negli ultimi minuti ma senza successo. Stoia ci prova ma senza precisione poi Mileto di testa non trova lo specchio della porta e in conclusione è Calise a scagliare l’ultimo tiro di giornata che sibila beffardo alla destra del palo.

Le ultime battute sono giallorosse ma la punizione di Mizzone trova la risposta reattiva di Capasso.

Il triplice fischio di Valentina Finzi pone fine alle ostilità. La Cittanovese conquista il primo punto in campionato. Il Nola è in crescita: il trend positivo di 4 punti in due gare lascia ben sperare per il futuro. Resta da capire la condizione degli infortunati, nuove frecce all’arco di mister Esposito arriveranno dall’infermeria.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close