Girone GSerie DVN Calcio

Nocerina – Affermazione esterna contro il Carbonia

Due a uno il punteggio che porta alla vittoria molossa

Per il turno numero 27 la Nocerina viaggia verso la Sardegna per incrociare il Carbonia: la gara termina 2 a 1 a favore della compagine di mister Cavallaro, che continua ad alimentare una classifica convincente con uno sguardo orientato ai playoff.

LA PARTITA

Primi minuti equilibrati, le condizioni meteo ed il conseguente campo pesante non aiutano le squadre nello sviluppo del gioco. Le compagini giocano a viso aperto,  offrendo spesso il fianco alle ripartenze ed ai capovolgimenti di fronte. Proprio su una brutta palla persa da Piredda, El Bakhtaoui conclude a rete, la difesa sarda si salva in calcio d’angolo. Dal tiro da fermo nasce il vantaggio della Nocerina, con capitan Morero, al 17′, che di testa sul primo palo trova la deviazione vincente. Molossi che possono dilagare al 26′ con un’altra deviazione di Morero sugli sviluppi di un calcio d’angolo, respinge coi pugni Manis. Il Carbonia fa fatica ad imbastire azioni offensive, i sardi sbagliano tanto in fase di possesso e regalano spesso contropiedi pericolosi agli avversari. L’attacco asfittico dei locali si innesta sulla cornice di un tempo da lupi (all’Is Collus cadrà anche la grandine) e ci porta al secondo tempo, che mostrerà ritmi decisamente più elevati.

IL SECONDO TEMPO

Al ritorno in campo, i locali in maglia bianca applicano un gioco più incisivo, riuscendo ad agguantare il pari. È l’ora di gioco quando Katseris in area interviene con la gamba alta su Palombi, ingenuità che per l’arbitro significa rigore. Dagli undici metri Cappai è glaciale e riequilibra il punteggio. La reazione dei molossi è rabbiosa, e si risolve nel rinnovato vantaggio in due giri di lancette: ancora problemi su corner per i Locali, Talamo che risolve una mischia accesasi in area di rigore gonfiando la rete. Rossoneri che potrebbero dilagare al 64′, ma la parte alta della traversa dice no a Diakitè che aveva superato Manis con un delizioso pallonetto. Si accendono le proteste dei locali al 70′ per un goffo rilancio di Rizzo in area di rigore, la palla tocca la mano del calciatore rossonero ma il direttore di gara fa proseguire. Episodio che si rivela più decisivo del previsto, con Palombi che per eccessive proteste termina anzitempo la sua partita. In dieci contro undici lo scacchiere del Carbonia rischia di scricchiolare, ma continua ad applicare buon gioco nonostante sia sempre più complicato trovare conclusioni pulite verso lo specchio di porta avversario.

Sopraggiunge il triplice fischio senza ulteriori emozioni, e la Nocerina può esultare per tre punti agguantati lontano dalle mura amiche. Ora sono 45 i punti in graduatoria, appaiati al Savoia vincente contro il Giugliano. Per il Carbonia, tanta buona volontà ma fase offensiva a tratti pigra che li condanna alla sconfitta e ad un finale di stagione tranquillo a metà graduatoria.

Giandomenico Piccolo

Redattore, conduttore del Telegiornale e di Videonola Sport.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto