Cronaca

Nocera Inferiore – Falso cieco, percepite indennità per oltre 300 mila euro

Percepiva la pensione, l’indennità di accompagnamento ed era stato assunto come centralinista alla Regione Emilia Romagna, perché cieco e portatore di handicap. Una condizione che nel corso degli anni aveva generato guadagni per oltre 300mila euro. L’uomo, un 49enne di Nocera Inferiore, era finito sotto la lente dei militari della Guardia di Finanza di Piacenza che, su disposizione della Procura di Nocera Inferiore, avrebbe raccolto una serie di informazioni utili per accertare la posizione lavorativa del portatore di handicap, e per valutarne la compatibilità con la condizione di cieco parziale. I militari avrebbero accertato come attraverso condotte idonee a fornire una falsa rappresentazione della realtà, avrebbe indotto in errore più medici. Conseguendo certificazioni non veritiere rispetto alla capacità visiva.

Negli anni avrebbe ottenuto il riconoscimento di cieco parziale prima e totale poi, e di portatore di handicap. Dall’Inps di Nocera Inferiore avrebbe percepito un’erogazione mensile di un’indennità speciale da aprile 2001 al febbraio 2012, e di un assegno di accompagnamento dal marzo 2012 ad oggi per una somma totale di oltre 72mila euro.

L’accesso al corso di formazione per centralinisti telefonici non vedenti, e il conseguimento della relativa qualifica, avrebbe consentito al 49enne di iscriversi nell’albo professionale, ottenendo l’assunzione nell’agosto del 2004 come centralinista presso la sede di Piacenza della Regione Emilia Romagna, con stipendi per 235mila euro.

Le indagini, coordinate dal pm Giuseppe Cacciapuoti della procura di Nocera Inferiore, avrebbero permesso di smascherare il falso cieco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto