Cronaca

Napoli – Sospesi due dipendenti comunali

Avrebbero chiesto soldi e cornetti per pratiche dovute d’ufficio. Così per due impiegati del comune di Napoli, è scattata la sospensione dal servizio, perché accusati a vario titolo di concussione, violenza sessuale, tentata truffa aggravata e induzione indebita a dare o promettere utilità a danno di alcuni immigrati.
Sono stati i carabinieri a notificare il decreto emesso dal Gip del tribunale partenopeo, a carico dei due dipendenti in servizio presso la Prima Municipalità Chiaia, Posillipo, San Ferdinando. Le indagini dei militari sono state svolte tra i mesi di giugno e agosto del 2015 e coordinate dalla Procura partenopea. Sarebbe stato accertato, che i due indagati, avrebbero costretto o indotto cittadini extracomunitari ad offrire consumazioni al bar o a pagare somme di danaro di varia entità, per il rilascio di documenti. Secondo l’accusa avrebbero anche raggirato uno straniero rappresentandogli la necessità di corrispondere del denaro per l’acquisto di marche da bollo.

In uno dei casi, secondo l’accusa, uno degli indagati avrebbe costretto una donna a subire abbracci e un bacio, nonostante il rifiuto e i tentativi della donna di respingere l’uomo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto