Politica

Napoli – Sicurezza nei luoghi di lavoro: presentata la nuova legge regionale

E’ stata presentata oggi in sala Giunta a Palazzo S.Lucia a Napoli, la nuova legge regionale sulla sicurezza nei luoghi di lavoro; presenti l’assessore regionale al Lavoro e alla Formazione, Severino Nappi e il consigliere regionale, Antonio Amato.

Il Consiglio regionale ha approvato la legge nella seduta del 1° agosto 2013. Il testo, condiviso con le parti sociali, è frutto di un’intensa collaborazione tra Giunta e Consiglio, realizzata attraverso diversi mesi di lavoro svolto nella Commissione Attività Produttive, che ha accorpato i disegni di legge presentati dalla Giunta, a firma del presidente Stefano Caldoro e dell’assessore Severino Nappi e dal Consiglio con primo firmatario il presidente della Terza Commissione Speciale, Antonio Amato (Pd).

Il testo innalza gli standard di tutela dei lavoratori della Regione Campania, favorendo l’accesso delle imprese, anche di ridotte dimensioni, ai più moderni sistemi di prevenzione degli infortuni professionali, basati sull’adozione dei modelli di gestione dei rischi previsti dalla normativa nazionale e dagli standard internazionali.

Le principali novità introdotte dalla legge regionale riguardano la premialità nell’aggiudicazione degli appalti pubblici per le aziende che investono in sicurezza; l’istituzione del sistema informativo regionale per la vigilanza e il monitoraggio degli infortuni professionali (SIRP) attraverso l’unificazione di tutte le banche dati attive a livello regionale e nazionale; l’ “Anagrafe dei cantieri” per coordinare fra i vari Enti preposti alle politiche di prevenzione ed antinfortunistica, le verifiche ispettive; l’istituzione, presso l’Arlas – Agenzia regionale per il lavoro e l’istruzione – dello “Sportello per la sicurezza nei luoghi di lavoro” destinato a fornire specifica assistenza alle aziende in tutti gli adempimenti e le procedure amministrative previste dalla legge in materia, nonché per la partecipazione ad avvisi pubblici per l’erogazione di incentivi e contributi alle aziende e per tutte le iniziative destinate alla diffusione della cultura della sicurezza e della prevenzione degli infortuni nei luoghi di lavoro. Presso l’Arlas viene altresì istituito il “Registro delle imprese che adottano codici etici”.

Tags

Articoli correlati

Close
Close