Senza categoria

Napoli – Peculato e falso, due arresti

Peculato e falso. Con questa accusa, per due dipendenti dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, sono scattati gli arresti domiciliari. Si sarebbero appropriati di somme di danaro, dal 2013 al 2014, riscosse all’atto del pagamento dei ticket da parte dei pazienti, facendo risultare l’annullamento delle relative prestazioni ospedaliere. Si tratterebbe di un funzionario addetto alla riscossione e del responsabile dell’ufficio Cassa del II Policlinico, ai quali sono stati contestati diversi episodi.

L’attività investigativa è stata avviata a seguito di una denuncia presentata nell’ottobre del 2014, dal Direttore Generale dell’Azienda, dopo alcuni controlli interni. In sostanza, sebbene le pazienti avessero regolarmente effettuato la visita ambulatoriale, prenotata con pagamento del ticket, i due impiegati avrebbero simulato l’avvenuto annullamento della prestazione e quindi la restituzione delle somme, mentre se ne sarebbero appropriati a danno delle casse dell’Asl.

Per evitare controlli contabili interni e la possibilità di scoprire gli ammanchi, sarebbe stata falsificata la documentazione relativa alla rendicontazione delle visite mediche effettuate e non sarebbero stati restituiti i bollettari utilizzati per la riscossione dei ticket relativi alle visite ”annullate”.

Le indagini interne avrebbero evidenziato un calo del numero degli annullamenti delle ricevute emesse a fronte degli incassi, con una media mensile passata da 250 agli appena 21 censiti nel luglio scorso. Inoltre l’installazione di un totem per l’incasso automatico dei ticket sanitari, ha fatto registrare un incremento degli incassi per le prestazioni ambulatoriali.

Eseguito a carico degli indagati un sequestro preventivo di beni di 95 mila euro, valore equivalente al presunto importo illecitamente sottratto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close