Cronaca

Napoli – Forni abusivi, 13 sequestri

Pane cotto a legna in forni abusivi. Legna con chiodi e vernice per alimentare il fuoco di cottura. Ancora una volta i carabinieri incrociano, panificatori senza scrupoli, che per risparmiare sui costi, utilizzano legname di risulta, contenente agenti cancerogeni e pericolosi per la salute umana.

E’ il nuovo capitolo di una storia di imprenditoria clandestina che mina il mercato legale e genera danni alla salute pubblica. E’ l’ennesimo blitz dei carabinieri del comando provinciale di Napoli, che hanno monitorato il territorio provinciale alla ricerca di forni illegali che alimentano la vendita su strada di improvvisati ambulanti domenicali. Forni abusivi a cui i carabinieri hanno messo i sigilli: 6 ad Acerra, 3 ad Arzano e 4 a Crispano, Pomigliano d’Arco, Afragola e Casoria.
Condizioni igienico sanitarie pessima, in uno sono stati trovati depositi di legna proveniente da scarti di cantieri edili, con chiodi arrugginiti ed evidenti tracce di calce e vernici.

I militari del comando provinciale di Napoli e del Nas hanno sequestrato 3572 chilogrammi di pane, 380 di farina e 70 d’impasto in cattivo stato di conservazione; denunciato 63 persone e comminato sanzioni amministrative per oltre 101.000 euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto