Cronaca

Napoli – Favoreggiamento ed estorsione, 6 arresti

Favoreggiamento personale ed estorsione aggravata dal metodo mafioso. Sono le accuse che a vario titolo hanno interessato sei soggetti, che sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Napoli ed eseguita dai militari del Gico della Guardia di Finanza.

Un provvedimento che trae origine dalle indagini svolte in occasione della cattura di un esponente del clan Abete-Abbinante-Notturno, ricercato per l’omicidio di Pasquale Romano, giovane incensurato totalmente estraneo a contesti di camorra, ucciso per errore.

Le investigazioni susseguenti al tragico episodio, consentirono di individuare i responsabili, che subirono prima un provvedimento di fermo e successivamente un’ordinanza cautelare in carcere. Uno dei destinatari riuscì a sfuggire alla cattura, poi fu trovato in un cineforum abbandonato nella zona di Scampia. Proprio nell’ambito delle investigazioni finalizzate alla ricerca dell’uomo, i finanzieri avrebbero ricostruito l’intera rete di soggetti che ne avrebbero favorito la latitanza.

Intercettazioni telefoniche e riscontri documentali, avrebbero fatto luce anche su una vicenda estorsiva, messa in atto nei confronti di un liquidatore del Fondo garanzia per le Vittime per la strada di Napoli, che sarebbe stato costretto a firmare una quietanza di pagamento di 12mila euro per la liquidazione di un sinistro stradale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto