Cronaca

Napoli – Donne gelose, due arresti

Una storia di gelosia, per un uomo conteso, per una rivale in amore. Donne in scena in una storia singolare che è finita male, con l’arresto di sue donne per aver sequestrato e usato violenza provocando lesioni personali.
Una storia che ha avuto inizio prima di Natale, quando una 29enne, dopo 7 anni di convivenza con un uomo e la nascita di due figli, viene lasciata dal compagno. Una separazione e la notizia che il suo ex frequentava una 23enne. Per la donna poteva essere stata lei la causa di tutto. Ritenendola rivale, la 29enne avrebbe iniziato a minacciarla e ad offenderla telefonicamente, raggiungendola anche a Milano dove la donna si era recata con il neo fidanzato per trascorrere le vacanze natalizie. Le continue minacce portavano l’uomo a far rientro a Napoli. Poi la 29enne richiamava la 23enne con tono quasi amichevole, dopo aver appreso che la donna aveva lasciato il suo ex fidanzato. In realtà la 29enne stava cercando di carpire la fiducia della 23enne ed attirarla in trappola.Giunta a Napoli la 23enne usciva con lei ed altre sue due amiche e, dopo aver fatto un giro in auto, veniva condotta in un appartamento.
La vittima, non potendo scappare, in quanto accerchiata dalle tre amiche, è stata invitata a sedersi vicino al tavolo dove erano state riposte delle grosse forbici, un rasoio elettrico ed un coltello da cucina con lama seghettata, che la 29enne utilizzava con violenza, per raderle a zero i suoi lunghi capelli rossi.
Solo dopo aver portato a termine la sua vendetta, la 29enne ha riaccompagnato la vittima a casa, dove i familiari, dopo aver visto quanto era accaduto, hanno chiamato la Polizia. Gli agenti, raccolta la denuncia della vittima, hanno individuate e arrestate le due donne. La 23enne è stata medicata in ospedale per lesioni giudicate guaribili in 15 giorni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto