MusicaVN Cultura

Musica – Roma, rock e “Cuore sano”

Parte in conclusione degli anni 90 il percorso artistico di Roma, al secolo Vincenzo Romano; sulle spalle l’influenza del rock italiano targato Timoria, Afterhours, e poi l’esperienza del cantautorato tricolore a fornire spunti per la scrittura.

Dall’incontro con il produttore Paolo Messere per Seahorse Recording, l’esordio con “Solo posti in piedi in paradiso”, 11 tracce a carattere autobiografico attraverso cui raccontarsi al pubblico per quello che profuma di primo disco per crudezza, un mondo intero costruito in pancia, da buttare fuori senza mezzi termini. Un pò come gli anni 90 di cui si raccontava in apertura, che tornano forte anche nelle sonorità distorte, nell’eco in lontananza di un rock che non è ancora morto.

Un disco che sa avvolgere nell’ascolto, equilibrato nella capacità di saper alzare i toni, nel frenare l’irruenza per portare all’interno del racconto, nel creare la giusta empatia tra i due estremi del suono. Dopo la tappa d’aprile,  con la pubblicazione del disco in contemporanea con il primo estratto “Le dame e la luna”, novembre consegna al pubblico il secondo singolo, “Cuore Sano”.

Realizzazione di Tesseraura e regia di Rocco Galluzzi per quello che potrebbe trovare spazio tra gli inni generazionali di tutti i tempi, storie di periferie e del tempo che passa, di cambiamenti che stentano ad arrivare, del potere del singolo rispetto al beneficio del collettivo. Tutto in linea con il complessivo lavoro discografico che spicca per coerenza; sarà in piedi, ma il posto in paradiso c’è.

Tags

Articoli correlati

Close
Close