Cronaca

Melito – Fuochi illegali, sequestrati 800 chili di botti

Fuochi illegali. Ancora sequestri in provincia di Napoli operati dai carabinieri del comando provinciale. Con l’avvicinarsi delle festività natalizie, cresce la richiesta di fuochi per un’assurda tradizione che brucia l’anno vecchio a colpi di botti illegali e pericolosi. Le forze dell’ordine sono impegnati nell’azione di contrasto all’abusivismo e ai laboratori artigianali, che spesse volte nascondono delle vere e proprie santabarbare, ubicate a ridosso di abitazioni.A Melito, all’interno di un capannone, i militari hanno scoperto e sequestrato 800 chili di botti e materiale esplosivo. 3.100 cipolle, 2.600 rendini e botti riempiti di polvere nera ma non ancora assemblati.Ad effettuare la scoperta sono stati i carabinieri della tenenza di Melito, che hanno fatto irruzione in un capannone di circa 300 metri quadrati ubicato circumvallazione esterna. Sul posto, per l’esatta classificazione e il trasporto fuori area in sicurezza, sono intervenuti gli artificieri antisabotaggio del comando provinciale di Napoli.Il proprietario del capannone, un 81enne di Marano, è stato denunciato in stato di libertà per detenzione e per fabbricazione e commercio illegali di materiale esplosivo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close