PoliticaVN Notizie

Marigliano – Proposta Ri.genera: presentate le osservazioni

MARIGLIANO – Dalla partecipazione popolare all’indirizzo politico espresso con voto unanime nell’assemblea cittadina, arriva man forte alla mobilitazione generale che ha visto impegnato il territorio di Marigliano, intenzionato con le oltre 3000 firme ad opporsi alla possibilità di insediamento di un sito di trattamento rifiuti, possibile dopo la richiesta di valutazione di impatto ambientale presentata alla Regione Campania dalla ditta Rigenera, già operante in via Boscofangone.

Man forte dalle osservazioni presentate alla Regione Campania che vanno ad arricchire il quadro della consegnata petizione popolare, osservazioni di carattere tecnico a firma di associazioni, comitati e movimenti del territorio, del consigliere comunale Saverio Lo Sapio, espressione del movimento Oxigeno da anni impegnato in tema ambientale, e del’Ing. Gilberto Donati che ha dato il proprio contributo alla causa formulando e mettendo in evidenza una serie di criteri per i quali non sarebbe opportuno l’allargarsi dell’insediamento in questione, ricordiamo destinato al trattamento di 200mila tonnellate di rifiuti.

Diversi gli argomenti in opposizione alla proposta della ditta Rigenera; a partire dal sito in questione, ricadente in area Sir del vigente Piano Regionale di Bonifica del 2013, con conseguente impossibilità di insediamento di nuove industre insalubri di prima classe; fino alla considerazione dei livelli d’inquinamento dell’area del territorio. Segnalato inoltre il vincolo archeologico dell’area, per il rinvenimento di reperti di rilievo storico ed archeologico.

Osservazioni che prendono in considerazione diversi fattori che dagli aspetti ambientali coinvolgono anche quelli relativi alla viabilità, con i dubbi rispetto all’impatto, che l’accesso di numerosi mezzi di trasporto avrebbe sui collegamenti cittadini. Tutte ipotesi al vaglio della Regione Campania con una città che ora attende rispetto agli sviluppi della vicenda, catalizzatrice di una mobilitazione collettiva con pochi precedenti sull’intero territorio dell’area nolana.

Articoli correlati

Close
Close