PoliticaVN Notizie

Marigliano – Consiglio: “Disco verde” al bilancio

Marigliano – Con il voto di approvazione, espresso dal Consiglio comunale si è concluso l’iter che legittima l’operatività della programmazione economica e finanziaria e del piano delle opere pubbliche per il triennio 2018\2020;  voto pronunciato all’unanimità dai sedici consiglieri della maggioranza di centro-sinistra, mentre le minoranze del centro-destra e del Movimento 5 Stelle non hanno partecipato alla discussione sulla proposta di programmazione deliberata dalla Giunta, avendo sollevato presunte irregolarità nella procedura seguita, per approdare alla sessione di bilancio; irregolarità affidate ad un documento, posto agli atti.

Il forfait delle minoranze, facendo venire meno le valenze della normale dialettica consiliare, rendeva fluido e lineare lo svolgimento della sessione, alla luce della relazione, con cui l’assessore al bilancio Alfonso Lo Sapio, che svolge anche le funzioni di vice-sindaco, ha illustrato la metodologia e gli obiettivi della proposta del bilancio di previsione “licenziato” dalla Giunta entro i termini di scadenza previsti, con i connessi allegati del Documento unico di programmazione. Un impegno assolto dalla Giunta e dalla maggioranza consiliare- evidenziava- con spirito di condivisione, per dotare l’amministrazione di uno strumento di trasparenza gestionale, a servizio della città.

E’ un passaggio importante, quello del “via libera” al bilancio, il cui valore economico complessivo si aggira sui 33 milioni. Un passaggio, in cui hanno trovato ”spazio” e consenso pieno due emendamenti significativi. Uno- proposto da Saverio Lo Sapio, animatore del Movimento civico Oxigeno – contempla la messa in sicurezza e la valorizzazione con attrezzature varie  di tre terreni di proprietà comunale, attualmente abbandonati al degrado ed estesi per una superficie di circa 14 mila metri quadrati, da affidare ad associazioni di volontariato e alla pubblica fruizione ; l’altro emendamento- sottoscritto dall’intera maggioranza- punta sulla promozione e sulla riscoperta delle tipicità colturali del territorio. Sono due piccoli, ma interessanti segnali che vanno nella giusta direzione degli interessi della città e di quella che nel passato ha rappresentato la base della sua economia, correlata con le produzioni agricole.

Al di là del capitolo degli emendamenti, il prospetto delle opere pubbliche prefigura interventi per la sistemazione della rete viaria urbana e periferica. Ed è lo scenario, in cui si innesta il programmato rifacimento di corso Umberto I. Rilievo specifico è dato alla sicurezza del patrimonio di edilizia scolastica, con attenzione particolare per l’intera area, il cui fulcro è costituito dalla Villa comunale. E per le infrastrutture di servizio, l’obiettivo è rivolto sull’allestimento della pista ciclabile nell’ex tratta delle Ferrovie di Stato e nella ripristino funzionale, con scopi di animazione sociale e culturale, dell’area della dismessa stazione della Circumvesuviana. Prevista la realizzazione di un Parco di verde attrezzato a Ponte Citra e un Auditorium-Teatro da costruire nell’attuale area mercatale della città. Sono alcuni interventi, che, una volta, concretizzati con adeguata disponibilità di finanziamenti, concorreranno a rendere migliore la qualità della vita della città.

“ L’amministrazione con l’approvazione del bilancio- ha dichiarato il sindaco, l’avvocato Antonio Carpino– ha rispettato non solo i tempi di scadenza, previsti dalle disposizioni in materia, ma si è anche dotata dei necessari riferimenti, a cui rapportare la propria azione. Ritengo di poter dire- ha concluso- che la maggioranza ha dato una testimonianza notevole della sua capacità di coesione. Un dato politico, oltre che amministrativo di cui prendere atto, specie nell’attuale fase che vede penalizzati gli Enti locali per i sempre più ridotti trasferimenti finanziari dello Stato”.

Articoli correlati

Close
Close