Girone IMariglianoSerie DVN Calcio

Mariglianese, le sconfitte salgono a sei: Termina 1-3 contro il Paternò

Per la Mariglianese, ennesima sconfitta in campionato contro il Paternò. Un altro scontro diretto per la salvezza dal sapore amaro, vista come è arrivata la sconfitta. La squadra di Senigagliesi crea pochissimi pericoli concreti verso la porta della squadra siciliana che sfrutta gli errori della Mariglianese per far gol e portarsi una vittoria a casa dal sapore dolce. Il Paternò di Pagana schiera il 352 e lascia le chiavi dell’attacco a Lautaro Fernandez. Senigagliesi invece costretto ancora a fare a meno di Mendigutxia, out per infortunio, schiera il tridente formato da Massaro, Maydana e Costa. Parte dalla panchina Di Dato.

Al 4’ però gli ospiti si portano già avanti. Sbaglia Reymond e i rossazzurri si lanciano in contropiede in un’azione che coinvolge tutti e tre gli attaccanti e alla fine il gol è di marca argentina. Lautaro Fernandez con un tiro al volo mette il pallone alle spalle di Paduano. 1-0 Paternò.Mariglianese che prova a reagire al gol subito al 10’. Un rimpallo favorisce Petruccelli, poi Maydana defilato va per la porta ma alza troppo la mira. E’ lo stesso numero 10 a ritagliarsi spazio al 22’ per un’altra conclusione, questa volta verso il primo palo. Niente da fare. Si passa dal possibile pari, al 2-0 di marca rossoazzurra. Seconda fiammata per la squadra di Pagana. Pappalardo serve Aquino che non se lo fa dire due volte e fa 2-0 per la squadra della sua città. Un risultato severo per la Mariglianese che al 29’ prova a riportarsi a -1 dagli ospiti attraverso un calcio di punizione ma anche questa volta Maydana conclude lontano dallo specchio della porta.Nella ripresa, entra in campo nei primi minuti con un’altra mentalità la Mariglianese. Al 3, su sviluppi di palla inattiva, Maydana ha l’occasione di accorciare le distanze ma spara addosso a Cappa che alza muro.La pietra tombale sulla Mariglianese arriva al 17’. Timmoneri serve Lautaro Fernandez che sbuca da dietro come un fantasma e sigla la doppietta personale. E’ il 4 gol per l’attaccante argentino, un gol che ha il sapore di un ennesima disfatta per la Mariglianese. Chi prova invece a scorciarsi le maniche è Di Dato, che entrato nel secondo tempo ha l’occasione per il gol della bandiera. Ma l’attaccante va solo a centimetri dalla porta con il suo tiro verso il primo palo. Riesce però il numero 19 a conquistarsi un rigore al 40’. Penalty dagli undici metri realizzato a perfezione da Maydana, che segna il primo gol della stagione, il terzo stagionale della Mariglianese.

Termina così, con la sesta sconfitta in campionato della Mariglianese che ora dovrà fare le sue valutazioni dato che il pallone e i punti in classifica, dopo nove giornate, cominciano a pesare.

Back to top button