EccellenzaVN Calcio

Mariglianese – Occasioni importanti ma vince l’Afragolese

L'impegno dei ragazzi di Guarracino è encomiabile, ma i rossoblù passano al "De Cicco"

Abnegazione e tanto impegno non coincidono con il risultato sperato per la Mariglianese: al “De Cicco” passa l’Afragolese con lo score definitivo di tre reti ad uno.

LA PARTITA

Già al pronti-via sono i biancazzurri a provarci, spinti dal proprio pubblico: dopo due minuti se ne produce un’azione interessante conclusa da Laureto, disinnesca Pragliola.

L’Afragolese è sorniona, riuscendo ad incidere col giusto tempismo: al 20′ Ferrara esce in presa alta, palla a metà strada con un avversario rossoblù, forse l’estremo difensore subìsce una carica non regolamentare ma sul mischione il più lesto è Ausiello ad insaccare l’uno a zero.

Nonostante il contraccolpo psicologico, i ragazzi di mister Guarracino attaccano a testa bassa: passa solo un minuto ed il pareggio è cosa fatta con Altea che è il più lesto a ribadire in rete un disimpegno dozzinale della retroguardia avversaria.

Scolliniamo la metà di una frazione godibile ed aperta a capovolgimenti di fronte: c’è spazio alle proteste della Mariglianese per una rete annullata per probabile offside, ma circa dieci minuti prima del duplice fischio sale in cattedra Murolo per il sorpasso che si rinnova. Buona serpentina nelle maglie della difesa biancazzurra, un rimpallo che porta il numero 19 a tu per tu con Ferrara che riesce a smanacciare senza però evitare che la sfera entri in rete per il 2 ad 1.

Con il film della gara passiamo alla ripresa: primo quarto d’ora a carburazione lenta, scava un solco importante l’Afragolese. Ancora Murolo, che concretizza la doppietta di giornata risultando il più lesto per il tap-in da distanza ravvicinata.

Dalla panchina arriva la svolta: mister Guarracino alza il baricentro con l’ingresso di D’Angelo, che mette muscoli ed agonismo nella partita. Al minuto 69 è clamorosa l’azione che libera al tiro il numero 18, la cui conclusione si spegne alta alle spalle di Pragliola. A sei dalla fine ancora D’Angelo imperversa bene ma è provvidenziale la chiusura avversaria quando ormai c’era la netta sensazione di un’occasione di tiro cruciale.

Gli ultimi minuti vivono di ritmi bassi, e di tre punti che prendono la destinazione di Afragola in una gara che ha mostrato valori in campo da parte di ambo le compagini. Adesso per la Mariglianese c’è da ripartire subito con un unico obiettivo: la partita col Gragnano assume connotati fondamentali per i risvolti della stagione.

Tags

Giandomenico Piccolo

Redattore, conduttore del Telegiornale e di Videonola Sport.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

Close
Close