Cronaca

Livorno – GdF confisca beni a pregiudicato campano

Patrimoni spropositati in rapporto ai redditi dichiarati. E così a carico di un pregiudicato di origini campane, residente in Toscana, è scattato il provvedimento di sequestro e di confisca, eseguito dai militari del comando provinciale di Livorno. L’uomo domiciliato da tempo a Piombino, è finito nel mirino delle forze dell’ordine che hanno ricostruito la sua storia personale, iniziata negli anni 80/90, con precedenti per spaccio di droga ed estorsioni. Più volte arrestato perché coinvolto in vari procedimenti penali. Dagli accertamenti sarebbe emerso che l’uomo e i suoi familiari, non avrebbero mai dichiarato redditi sufficienti per giustificare gli acquisti di beni mobili ed immobili. Gli investigatori avrebbero rilevato che nel 2013, il soggetto avrebbe acquisito un’attività commerciale pagandone quasi la metà in contanti. I dati che le indagini avrebbero prodotto, hanno portato gli agenti a formalizzare una segnalazione alla procura di Livorno, per l’applicazione di una misura di prevenzione, ipotizzando investimenti mediante proventi di attività illecite.

Il Tribunale ha emesso il provvedimento di sequestro e di confisca per due immobili, un’attività commerciale, due autovetture, tre ciclomotori e il saldo attivo del conto corrente per un valore di 260mila euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close