Serie DVN Calcio

La Turris batte 3-2 il Portici e si aggiudica il derby

Un derby infinito è quello che si è giocato a Portici tra i biancoazzurri e la Turris. Un match terminato sul risultato di 3-2 in favore degli ospiti che portano a casa i 3 punti dopo esser rimasti in10 e dopo che il Portici aveva recuperatori i due gol di svantaggio arrivando al termine dei 90 minuti regolamentari, sul parziale di 2-2, grazie alla rete di Prisco al 92’

Primo Tempo

I primi ’45 minuti di gara non offrono molte emozioni. ALl’11 buona azione del Portici con Coratella che arriva al limite dell’area e calcia in porta, il tiro però si spegne sul fondo. La prima occasione, per gli ospiti, arriva al 23’ quando Longo, dalla sinistra, crossa in area dove Palma impatta la sfera di testa da ottima posizione. Il colpo di testa però è impreciso e la palla termina di molto alta sulla traversa. Un’altra chance per i corallini arriva al 25’. Stavolta è Aliperta a crossare in area dove Alma, spalle alla porta, aggancia bene la palla, tuttavia, mentre il numero 19 della Turris si appresta a girarsi per tirare in porta l’arbitro ferma il gioco per la posizione in off side del corallino. Nuovo squillo biancoazzurro al 35’ con Mauro che tira in porta ma DI Nunzio è attento e blocca il tiro spazzando la palla. Gli Ospiti cercano ancora la via del gol anche con azioni da giocolieri come quella al 38’ che vede protagonista Longo che dopo aver palleggiato un po’ con la palla in area si avvicina al fondo da dove, in rovesciata la mette in mezzo. Bisceglia però fa da muro neutralizzando il cross. Il duplice fischio del signor Bogdan di Pordenone arriva al termine di una prima frazione che oltre a qualche buona occasione, per entrambe le compagini, non regala gol

Secondo Tempo

Gol che invece arrivano nel secondo tempo. Secondo tempo che vede la Turris andare in due occasioni vicino alla rete, prima al 3’ minuto e poi all’ 8’. Ma come si suol dire non c’è 2 senza tre e stavolta la terza è l’occasione buona. Infatti al 55’ Celiento, da poco subentrato a Forte, manda in tilt la difesa del Portici, scartando tutti coloro che si trova davanti, in area di rigore e concludendo a rete. Portici 0 – Turris 1.

Il parziale però è destinato a restare invariato per poco. Infatti i Corallini non si accontentano e realizzano due volte la rete dello 0-2. Prima al 63’ quando il gol viene annullato poi al 71’ quando invece la rete è realizzata da Longo. Stavolta tutto regolare e Turris in vantaggio per 2-0. I padroni di casa non si danno per vinti e pochi minuti più tardi accorciano le distanze con la rete al 76’ di D’Acunto e le annullano all’ 88 con la rete di Bisceglie che permette ai suoi di agguantare un, impensabile, pareggio, facendo esplodere di gioia la panchina ed i tifosi di casa. La Turris però è un “Pesce che si finge morto ma in realtà non lo è” come raccontato, attraverso una storiella, dal suo presidente durante la conferenza stampa della scorsa settimana. I Corallini infatti, rimasti in 10 dopo l’espulsione rimediata da Celiento, per somma di ammonizioni, mettono alle corde gli avversari e al 92’ Prisco devia di testa il tiro nato dalla punizione di Franco siglando la rete del 2-3 e proprio su questo risultato arriva il triplice fischio del direttore di gara.

La Turris porta a casa una vittoria importante per la classifica, lasciando inalterate le distanze dall’Ostia Mare, che batte 4-0 la Nuova Florida staccando la Torres che pareggia sul campo del Cassino

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close