Girone HSerie DVN Calcio

Gladiator – Sfatato il tabù interno battendo il Gravina

Di Pietro e Sorrentino decidono la gara

Note liete per il Gladiator, che concretizza gli influssi positivi della cura Santoanastaso e sfata il tabù interno dopo quattro mesi d’astinenza, battendo il Gravina per due reti a zero.

LA PARTITA

Posta in palio ad alto peso specifico, i sammaritani devono fare a meno dell’infortunato Vitiello e degli squalificati Landolfo e Capone, così Santanastaso punta inizialmente sul 2001 Strianese al posto del rientrante Del Sorbo che si accomoda in panchina. Primo colpo di scena arriva al 4’: Prevete si fa male in uno scontro di gioco, in occasione di un calcio d’angolo a favore. Il centrocampista neroazzurro è dolorante ed è costretto alla sostituzione (si scoprirà poi medicato con dieci punti di sutura sotto la caviglia). L’uscita non condiziona la partita che resta su ritmi bassi. Prima della conclusione del primo tempo le due squadre hanno a disposizione una chance ghiotta a testa: La Rosa nega il gol ai nerazzurri al 27′ con Marzano impegnato in veste di finalizzatore, Fusco otto minuti più tardi smorza i sogni di gloria di Santoro.

Il pari a reti inviolate si protrae anche nella ripresa: mister Santanastaso getta nella mischia Del Sorbo per sovvertire gli equilibri, ed infatti al 74′ arriva l’episodio che sblocca la gara. Di Paola calcia un’ottima traiettoria da corner, svetta Di Pietro ed insacca per l’uno a zero. Ancora il numero dieci protagonista, sebbene in modo indiretto, quando lascia spazio al subentrante Sorrentino: primo goal stagionale a seguito dell’assist di Strianese, per una marcatura che chiude i giochi.

Termina col triplice fischio la sfida al “Mario Piccirillo”: il Gladiator respira raggiungendo quota 31 punti, lasciando al contempo il Gravina a sole due lunghezze dalla zona playout.

Tags

Giandomenico Piccolo

Redattore, conduttore del Telegiornale e di Videonola Sport.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close