Girone GSerie DVN Calcio

Gladiator – Manita incassata dal Cynthialbalonga

I locali fanno la voce grossa contro i sammaritani

Al “Bruno Abbatini” di Genzano si è consumato un dramma sportivo che ha coinvolto il Gladiator. I sammaritani erano già in grosse difficoltà all’indomani delle dimissioni (poi respinte dalla società) di mister Martino; sono costretti a fare i conti con tanti problemi d’infermeria. Il risultato contro il Cynthialbalonga, intanto, li condanna alla sconfitta per cinque reti a due.

La partita

Le prime schermaglie, in realtà, mostrano gli ospiti vogliosi di passare in vantaggio; ma il gol lo realizzano i locali (oggi in maglia gialla): palla a spiovere, percussione ripetuta che nasce dalla fascia sinistra e porta alla conclusione verso lo specchio di porta. Nel mentre delle proteste per un probabile tocco di mano da punire col rigore, arriva il tap-in vincente di Angelilli che mette tutti d’accordo per l’uno a zero. Sul ribaltamento di fronte, il Gladiator risponde presente: traversone dalla destra per il grandissimo colpo di testa di Strianese, che mette in pari il risultato. Il Cynthialbalonga applica possesso palla ed alza il baricentro, trovando il sorpasso prima del duplice fischio: Angelilli ispira, Nanni conclude a rete dopo un coast to coast concretizzato nel giro di due passaggi. Il duplice fischio arriva come una manna per gli ospiti, perché i locali rischiano seriamente di dilagare e rendere vana ogni velleità di rimonta.

Dagli spogliatoi esce meglio il Gladiator, e ritorna in partita: schema di gioco che si sviluppa da calcio da fermo, palla imbeccata al centro per il tap-in facile di Strianese che vale la doppietta di giornata ed il due a due. Nonostante la grande performance del classe 2001, i padroni di casa non si perdono d’animo e tornano ad assediare la retroguardi avversaria. Il tre a due arriva al 17′ con Roberti: il suo gol è ritenuto regolare dal direttore di gara che contraddice la segnalazione di fuorigioco dell’assistente di linea. Il Gladiator ha esaurito le energie, e dopo questa nuova segnatura non accenna più risposte ed anzi mette la testa sott’acqua. Nel finale di gara c’è gioia per Barbarossa e Alessandro, che in pieno recupero mette a referto il risultato sul 5 a 2.

Le criticità che affliggono il Gladiator non trovano risoluzione nella decima di campionato, ed ora le sconfitte sono sei, ventuno i gol subiti; il Cynthialbalonga, per giunta, effettua anche il sorpasso come concorrente diretta. C’è da stringere i denti in attesa del mercato dicembrino; la società che ha già garantito forze fresche in entrata per cercare di risalire la china nelle partite a seguire.

Giandomenico Piccolo

Redattore, conduttore del Telegiornale e di Videonola Sport.

Articoli correlati

Back to top button
error: Questo contenuto è protetto