Serie DVN Calcio

Girone I – Quinta di ritorno con match cruciali per le campane

Novanta minuti di passione al "Liguori" per Turris contro Bari

Sfide all’ultimo respiro per la quinta di ritorno del Girone I, che vedrà la pattuglia di squadre campane impegnate su fronti ostici per dare forma alla classifica.

IL PREPARTITA

Impossibile non partire dal Liguori nella nostra disamina: a Torre del Greco è febbre da big match, con i tagliandi per la partita fra Turris e Bari in vendita già dalla settimana antecedente il rinvio del match in trasferta contro il Rotonda per i corallini. Ruolino di marcia impressionante per la Turris fra le mura amiche: fino ad ora al “Liguori” è stato refertato solo il segno 1, e forse lo scontro diretto arriva in un momento psicologicamente favorevole, con i galletti che nell’ultima giornata lontano dal San Nicola hanno raccolto la prima e fino ad ora unica sconfitta del proprio campionato.  Sul piano tecnico, la seconda forza del girone I incassa le assenze di Aliperta e Luongo: il bomber accusa da 48 ore problemi al polpaccio, e non sarà della sfida. Tegola pesante, tenendo conto che il centravanti ha firmato fino ad ora 16 delle 45 segnature messe a segno dal team. Il Bari giungerà sostenuto da 150 tifosi, tanti quanti i biglietti messi a disposizione dalla società corallina: la classifica parla di dodici punti di distacco, ma con una gara da recuperare è lecito sognare, nonostante le pesanti assenze dall’undici titolare.

Passiamo alla Nocerina: i rossoneri si preparano all’incursione calabrese per affrontare i neroverdi della Palmese. La squadra di Palmi Calabro sta vivendo una stagione costellata di difficoltà: se la classifica del Girone I parla di 29 lunghezze (-1 nei confrnti dei molossi), l’assetto societario risulta precario, con voci di disarmo della squadra che si rincorrono con insistenza ed i tifosi che stanno autotassandosi pagando il biglietto per le gare nonostante la sottoscrizione dell’abbonamento. In questa situazione, per la Nocerina è importante non abbassare la tensione: in settimana sono arrivati buoni segnali dalla sfida amichevole contro la Sarnese del neo-tecnico Agovino, finita con la vittoria per 2 a 1. A parte i lungodegenti, c’è qualche dubbio solo per Caso ed Odierna, bloccati dalla febbre e quindi impossibilitati ad allenarsi in settimana.

Sfida con la penultima in graduatoria per il Portici: c’è il viaggio in Sicilia da affrontare per l’incontro con l’Igea Virtus Barcellona. I porticesi vengono da una netta affermazione (4 a 1 contro il Città di Messina) ed hanno attinto dalla finestra di mercato per i professionisti: prelevato dalla Paganese a titolo definitivo il portiere classe 1999 Francesco Marone, con l’arrivo di Sgambati, difensore centrale classe 1998 attualmente tesserato col Matera, in via di perfezionamento. Ulteriori carte da pescare per conseguire altri buoni risultati, cercando di dare continuità, fin da subito, alle cinque affermazioni nelle più recenti sei partite di campionato nel Girone I.

Giandomenico Piccolo

Redattore, conduttore del Telegiornale e di Videonola Sport.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds