Girone HSerie DVN Calcio

Girone H, i risultati dell’ottava giornata in Serie D

Casarano che non approfitta del pareggio del Sorrento, Lavello che batte l'AZ Picerno

Passiamo in rassegna i risultati che plasmano la classifica del Girone H al termine di questo turno numero otto di regular season.

LE PARTITE

Il Casarano non approfitta del mezzo passo falso del Sorrento, facendosi bloccare a sua volta sul punteggio di uno ad uno: allo stadio “Degli Ulivi”, la Fidelis Andria passa in vantaggio al 23′ del primo tempo con Manzo. Ospiti costretti a rincorrere per buona parte del match. Solo ad otto minuti dallo scadere trovano il pari con Sansone che salva la faccia e permette di non attardarsi ulteriormente dalla capolista.

Alle spalle, sfida pirotecnica per il terzo posto; il Lavello batte due ad uno l’AZ Picerno: al vantaggio iniziale di matrice AZ con Zito rispondono, sempre nel primo tempo Burzio e dieci minuti più tardi Liurni. Nella ripresa non succede null’altro, ed il Lavello può accomodarsi per completare il podio insieme al Taranto, che in questa tornata ha liquidato il malconcio Real Agro Aversa non senza qualche difficoltà; per i Tarantini, nel giro di un minuto (il 16′) vanno a referto sia Santarpia che Rizzo. Gli ospiti nel finale provano il colpo di coda segnando con Mariani, lasciando i padroni di casa in apprensione per i minuti conclusivi ma, al triplice fischio, sono tre punti che indicano la quarta vittoria stagionale del Taranto.

Nardò e Team Altamura scavalcano il Picerno, grazie ad una vittoria per entrambe con il punteggio di due a zero: al “D’Angelo” di Altamura, i locali evadono la pratica Brindisi con due reti nel primo tempo. Le realizzano Croce al minuto 8 e Lorenzo ventitré giri di lancette più tardi.

Per i granata di Nardò l’impegno col Gravina non si dimostra per niente gravoso: a cavallo tra le due frazioni, Caputoe Tornros (alla seconda segnatura stagionale) permettono la conquista agevole dei tre punti.

Nelle zone meno nobili, si segnala la vittoria, importantissima, dell’Audace Cerignola. Amoabeng porta in vantaggio i locali sullo scadere della prima frazione, ma il Bitonto pareggia con Genchi. Per assegnare l’intera posta in palio, bisogna attendere il secondo minuto di recupero della ripresa; De Cristofaro piazza il primo, importantissimo gol stagionale che permette, almeno provvisoriamente, ai Cerignolesi di uscire dalle torbide acque della zona playout.

Giandomenico Piccolo

Redattore, conduttore del Telegiornale e di Videonola Sport.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto