Cronaca

Gigli – Modificato il regolamento

Festa dei Gigli, la grande kermesse che accende il giugno nolano fino alla grande ballata di domenica 26. Il grande evento sotto l’egida dell’Unesco, il lavoro della Fondazione che punta a regolamentare una manifestazione complessa, aggiustando il tiro, modificando il regolamento facendo delle criticità gli elementi per affinare gli articoli ed essere chiara per fornire regole certe per tutti.

Tra gli elementi di novità introdotti la scelta della piazza su cui intende stazionare la macchina da festa, da fare entro il 15 luglio. In caso di più richieste per lo stesso luogo, i due o più maestri potranno concordare le postazioni per lo stazionamento, scegliendola tra quelle non ancora assegnate. Scaduto il termine la Fondazione procederà a sorteggiare tutte le postazioni in contestazione.

Punto fermo anche per le assegnazioni avvenute a seguito di provvedimento giurisdizionale. In questo caso il maestro di festa potrà scegliere unicamente tra le postazioni ancora libere, nel caso la scelta fatta, in occasione della presentazione della domanda, risulti essere già stata assegnata ad altri.

Chiarito anche il criterio di maggiore anzianità nel caso di assegnazione in presenza di più richieste sulla stessa macchina. In questo caso “Il Consiglio di amministrazione della Fondazione procederà all’assegnazione in favore dell’aspirante maestro di festa, la cui domanda risulterà controfirmata dal rappresentante di categoria più anziano.

La modifica del regolamento interessa anche l’amplificazione degli strumenti musicali e dei microfoni, confermando quanto già disposto nel protocollo d’intesa siglato con gli impiantisti lo scorso anno.

Per la processione pomeridiana dei Gigli e della Barca, definiti tre punti lungo il percorso, da raggiungere entro orari prestabiliti. I tratti in questione sono da piazza Duomo a piazza La Nova, da via Tansillo a vico Piciocchi, da vico Piciocchi a piazza Duomo.

Importante le modifiche relative all’albo delle paranze. Verranno iscritte in forma stabile unicamente le paranze nolane che ad oggi vantino una partecipazione ad almeno tre feste negli ultimi cinque anni. Per le paranze non nolane, l’iscrizione avrà durata limitata alla sola partecipazione alla Festa dei Gigli e potrà essere riproposta negli anni successivi mediante il rinnovo dell’iscrizione.

Le paranze forestiere, possono iscriversi all’albo se nei comuni di provenienza, la Festa dei Gigli si svolge almeno da 50 anni, con una partecipazione ad almeno 5 feste negli ultimi 10 anni. Inoltre le paranze nolane e forestiere iscritte all’albo, dovranno assumere l’obbligo di esibirsi unicamente nelle feste dei gigli ultracinquantenarie e la violazione verrà sanzionata con la cancellazione dall’albo. Le nuove paranze nolane prima di cullare un giglio, dovranno fornire prova di aver cullato la Barca almeno per 3 anni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds