Girone ISerie DVN Calcio

Gelbison – Vittoria muscolare contro la Cavese

Il big match del 12^ turno del Girone I incorona la capolista

Una di quelle partite che dicono molto più di quanto prodotto in campo nei novanta minuti. Uno di quei confronti che hanno ripercussioni sulla lunga distanza, plasmando probabilmente l’intero cammino stagionale. Gelbison contro Cavese è stato l’autentico big match del 12^ turno nel Girone I di serie D; un derby tutto d’orgoglio campano che termina con la vittoria dei cilentani, autori della decima vittoria stagionale, bravi a preservare l’imbattibilità lanciando nel mentre un importante segnale al campionato tutto. Sull’altra parte della barricata, la sconfitta cocente per 2 a 1 costringe la Cavese a raccogliere i cocci di un avvio in sordina, ed arriva anche l’esonero di mister Ferazzoli.

La partita

La gara parte su ritmi gradevoli, al 5′ Cardore di testa sugli sviluppi di calcio da fermo mette di poco sul fondo. La Cavese (oggi in maglia bianca) con il passare dei minuti sale di tono e al 14′ si presenta con un tiro di Diaz che viene disinnescato da D’Agostino. Occasione Gelbison dopo un giro di lancette con Fois che in contropiede mette il turbo e arriva solo davanti ad Anatrella ma spara stancamente sul portiere ospite. I vallesi alzano i toni premendo la Cavese nella propria metà campo; Anatrella non può nulla sulla girata di Gagliardi che, su uno schema da corner, assistito dal mancino di Uliano spedisce la palla in rete al 28′. Nel quarto d’ora conclusivo del primo tempo, ci prova Corigliano per la Cavese ma la sua conclusione è tutta potenza e difetta di precisione.

Con la sintesi passiamo alla ripresa, che è ricca di emozioni. Le squadre giocano a viso aperto ma manca la lucidità sottoporta, i minuti quindi scivolano via alimentando l’illusione che sia tutto cristallizzato sull’uno a zero. A cinque dal novantesimo, però, Viscomi gonfia la rete: sempre dagli sviluppi di un calcio piazzato la palla viene indirizzata oltre le spalle di D’Agostino per il momentaneo 1-1. Rinnovata parità che dura poco. Uliano, infatti, a pochi secondi dal 90′ rimette avanti i vallesi con un sinistro che si insacca alle spalle dell’incolpevole Anatrella.

Succede poco altro nei minuti di recupero, con la confusione e la frenesia a farla da padrone. Non ci sono occasioni da esccrivere e termina così 2-1 per i padroni di casa il derby infuocato di giornata.

I ragazzi di mister Esposito esultano per un primato figlio dei 32 punti conquistati fino ad ora: la classifica esprime quattro lunghezze di vantaggio sulla prima inseguitrice Lamezia e ben otto sulla Cavese. I blufoncè vivranno una settimana delicata perché bisognerà scoprire anche chi prenderà il posto di mister Ferazzoli; i metelliani piazzano il cartello lavori in corso per rilanciarsi per la corsa al primato.

Giandomenico Piccolo

Redattore, conduttore del Telegiornale e di Videonola Sport.

Articoli correlati

Back to top button
error: Questo contenuto è protetto