Girone ISerie DVN Calcio

Gelbison – Sconfitta di misura contro l’FC Messina

Decisiva la rete di Fissore

Si cancella il sogno della Gelbison: la sconfitta contro l’FC Messina chiude ai vallesi qualsivoglia discorso promozione, ora che mancano tre partite e l’ACR Messina è dieci punti più avanti. Un gap matematicamente insormontabile, mentre gli avversari di giornata con questa vittoria possono ancora alimentare le speranze di dare una spallata a questo Girone I di serie D.

LA PARTITA

Partenza in sordina per i padroni di casa, costretti al cambio dopo soli dieci minuti: Caballero sostituisce il claudicante Piccioni. I padroni di casa faticano a costruire gioco ma sbloccano la sfida su schema da calcio d’angolo, Lodi serve Arena al vertice dell’area che mette un’invitate palla in area piccola, il più lesto di tutto a colpire da due passi è Fissore che porta in vantaggio i giallorossi, oggi in maglia biancoscudata.

Reazione debole della Gelbison: ci prova Mesina con un tiro da fuori facile prede di Marone. La partita cala di intensità e si trascina senza troppi sussulti al duplice fischio.

Il secondo tempo

La ripresa vede gli ospiti partire forte, tre cambi per mister Farazzoli e i suoi creano un’occasione pericolosa al 66′ con Graziani che semina il panico sulla destra eludendo le marcature di Ricossa prima e Bevis poi, ultimo baluardo Da Silva che devia in angolo la conclusione da fuori.

Al 69′ Lodi filtra per Bevis che viene atterrato in area ma per l’arbitro è tutto regolare. Nel momento di più alte performance per il Messina, la Gelbison prova a pungere di rimessa: al 77′ Uliano su punizione dalla distanza impegna Marone che non si fa sorprendere.

All’85’ i locali possono chiuderla con un’ottima azione in solitaria di Arena che va via in mezzo a tre difensori avversari ma viene anticipato sul più bello da D’Agostino in uscita. Rischia tanto il Football Club al 90′ quando Marchetti in ritardo atterra Gagliardi in area, il contatto c’è ma l’arbitro vede una simulazione del giocatore della Gelbison e lo sanziona con l’ammonizione.

Non succede nulla nei sei minuti di recupero, ed il Messina può festeggiare per il conseguimento dei tre punti. Gelbison che ha da recriminare in una gara che poteva serenamente terminare sul segno X, ma il campo ha dato il suo verdetto e per i vallesi c’è solo da consolidare questo terzo posto in classifica.

Giandomenico Piccolo

Redattore, conduttore del Telegiornale e di Videonola Sport.

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto