Cronaca

Economia – Controllo del territorio, il bilancio della GdF

Un’estate di controllo per la guardia di finanza. Azioni delle fiamme gialle che hanno prodotto sequestri di ingenti quantità di prodotti contraffatti, controlli ad oltre 1000 distributori stradali di carburante, la scoperta di centinaia di venditori abusivi, lavoratori irregolari e affitti in nero, oltre ai controlli ai money transfer e il monitoraggio delle operazioni.

Un piano estivo di controlli attivato dall’inizio di luglio tutela dell’economia legale delle località balneari, montane, città d’arte e a maggiore vocazione turistica.

13milioni i prodotti contraffatti sequestrati in oltre 2000 interventi. che hanno permesso di denunciare circa 1000 responsabili e scoprire 16 strutture tra opifici industriali e depositi, utilizzati per la produzione e lo stoccaggio delle merci irregolari.

A napoli i finanzieri hanno individuato tre opifici clandestini e denunciati 21 soggetti, di cui tre tratte in arresto oltre al sequestro di locali, macchinari e autoveicoli.

Sul fronte delle accise sono stati controllati 1090 distributori stradali di carburante in tutta Italia, con 271 violazioni, delle quali 74 riferite alla disciplina sui prezzi con sanzioni amministrativa a carico dei gestori degli impianti. In 39 casi è scattata la denuncia con oltre 112mila litri di prodotti petroliferi sequestrati.

Individuati 560 venditori abusivi, mentre oltre 3000 sono i venditori e gli esercenti hanno omesso do comunicare l’inizio attività. Quasi 2000 i lavoratori in nero o irregolari scoperti.

Sul fronte fitti irregolari, 420 le violazioni riscontrate, mentre sono stati individuati 23 bed & brekfast completamente abusivi, con la proposta di recupero a tassazione di nove milioni di euro non dichiarati e di un milione di euro di iva.

Il controllo economico del territorio ha interessato anche 346 sportelli money transfer, che hanno valutato 647 operazioni di trasferimento di denaro effettuati da soggetti, di cui 111 risultati con precedenti di polizia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto