EccellenzaVN Calcio

Eccellenza A – 90’ finali di passione tra Frattese e Giugliano

Resta da giocare solo una gara e la differenza punti tra Frattese e Giugliano resta ancora una volta invariata. Frattese 69, Giugliano 67 è quel che dice la classifica dopo che entrambe le compagini hanno conquistato i tre punti nei loro rispettivi incontri.

Pagina 29 di 30 per la Frattese che nell’affascinante sfida contro il Gladiator non poteva assolutamente sbagliare. La brigata guidata da mister Ciaramella si è aggiudicata l’intera posta in palio solo al 95’ per il finale di 2-1. Al “Iannello” di Frattamaggiore la tensione si taglia a fette: sin dalle prime battute la gara è nervosa, la posta in palio è alta. Ne è vittima, al 25’, proprio il tecnico nerostellato Ciaramella, allontanato anzitempo dal rettangolo verde. Sblocca il match la bella realizzazione di Sparano, al 40’, su assist di Fontanarosa: il terzino, protagonista lo scorso turno contro l’Albanova, si carica la Frattese sulle spalle mettendo a segno una rete fantastica. Il secondo tempo è gradevole con repentine occasioni da una parte e dall’altra. Le due compagini si affrontano a viso aperto ma la gara si riaprirà solo all’87’ quando i nerazzurri di Santa Maria Capua Vetere riacciuffano il momentaneo segno X: Oliva perde palla concedendo a Cerrato di servire Di Paola il quale, tutto solo davanti a Maisto, non sbaglia. Nei 5’ di recupero, in casa nerostellata, aleggia lo spettro del pareggio ma a pochissimi istanti dalla fine Ciampi in mischia realizza il definitivo 2-1. La Serie D è ad un passo ma occhio al prossimo impegno: l’ultimo sforzo da compiere è sul campo della Vis Afragolese.

Molto più agevole la partita del Giugliano, in casa contro la dodicesima forza in campionato: il Real Forio.Grande festa prima del fischio d’inizio, le piccole leve giuglianesi sfilano sul rettangolo di gioco del “Vallefuoco” di Mugnano, accompagnati dai rispettivi responsabili dell’Academy gialloblu. La gara parte subito in favore dei padroni di casa, la supremazia territoriale del Giugliano viene premiata al 23’ con la palombella di Liccardi che beffa Sollo. Apprezzabile la conclusione del centrocampista dal limite dell’area di rigore dopo un’azione insistita. Il Giugliano, senza particolari affanni, la chiude al 60’: retropassaggio di Mangiapia verso il portiere Sollo, il numero uno biancoverde perde contatto con la palla che rotola mestamente in porta per la più goffa delle autoreti. I tigrotti, per la restante parte di gara, continueranno a creare sortite offensive senza però siglare la terza rete. Tante occasioni degne di nota e buon calcio, difesa ospite messa alle strette fino al triplice fischio. La situazione in classifica non cambia ma potrebbe farlo nell’ultimo step in campionato quando il Giugliano affronterà in trasferta la derelitta Aversa Normanna.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close