CittàCronacaPoliticaVN Notizie

DISOCCUPATI SUI TETTI DI PALAZZO REALE PROTESTE PER IL REDDITO DI CITTADINANZA

Riesplode la protesta dei disoccupati scesi in piazza per manifestare contro i tagli al reddito di cittadinanza. Momenti di tensione che già la  settimana scorsa si erano palesati con un gruppo di persona che aveva tentato di forzare il cordone di polizia davanti palazzo San Giacomo sede del comune. Questa mattina la protesta del Movimento di lotta 7 novembre” e “Comitato Vele Scampia 167” contava 200 persone  partite da piazza Cavour in corteo per le vie del centro bloccando letteralmente la circolazione delle auto. Alcuni protestanti si sono arrampicati sul tetto di Palazzo Reale, in piazza del Plebiscito, prima di raggiungere la Prefettura. Ripresi dalle telecamere di sorveglianza sarebbero entrati nel Palazzo Reale forzando una porta di un’uscita di emergenza che era chiusa. Da lì avrebbero poi raggiunto i sottotetti e quindi i tetti. Gli striscioni esposti sono contro i tagli al reddito di cittadinanza da parte del governo Meloni e l’assenza di politiche attive per l’inserimento nel mondo lavorativo. I disoccupati hanno manifestato contro il taglio del sussidio e l’introduzione della Mia, che dovrebbe portare il contributo per gli occupabili da 500 a 350 euro al mese, riducendone anche la durata da 18 a 12 mesi. Chiedono  “lavoro utile sociale o salario garantito”. Contemporaneamente un altro corteo di disoccupati ha bloccato le vie del centro storico, scendendo dal Museo Archeologico Nazionale verso piazza Matteotti e passando anche per la centralissima via Toledo, fino poi a raggiungere piazza del Plebiscito.

Articoli correlati

Back to top button