EventiVN Cultura

Castellammare di Stabia – Restituiti affreschi trafugati da Stabia e Civita Giuliana

Tre frammenti di affreschi parietali del I sec. d.C. provenienti dalle Ville di Stabia, recuperati grazie all’azione del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, sono stati restituiti al Parco Archeologico di Pompei. Questo pomeriggio, al Museo Archeologico Libero D’Orsi di Castellammare di Stabia, la cerimonia alla quale erano presenti, tra gli altri, Laura Pedio procuratore aggiunto della Repubblica presso il tribunale di Milano, ed una rappresentanza dei carabinieri del Nucleo TPC di Monza.

Riconsegnati, oltre a quelli provenienti da Stabia, anche altri tre frammenti di affresco, sempre del I secolo d.C., asportati dalla villa suburbana di Civita Giuliana, fuori le mura di Pompei.

Gli affreschi, di Stabia, provenienti da pareti decorative di Villa Arianna e Villa San Marco, erano stati trafugati, probabilmente, a partire dagli anni ’70 e sequestrati nel 2020 nell’ambito di un’attività investigativa, finalizzata al contrasto del traffico illecito internazionale di beni archeologici, portata avanti dai Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Monza.

I beni, come emerso dalle indagini, erano stati acquistati negli anni ’90 da antiquari statunitensi, elvetici ed inglesi.

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto