Cronaca

Caserta – Turbativa d’asta, sette indagati

Con l’accusa di turbativa d’asta a carico di sette persone sono stati notificati avvisi di conclusione indagine,emessi dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere. Dopo un anno di indagini i militari della Guardia di Finanza di Caserta, in merito ad una gara di appalto per la costruzione di un asilo, attraverso un finanziamento di 1,5 milioni di euro di fondi comunitari, in favore della Fondazione San Giuseppe di Tuoro di Caserta. Le fiamme gialle avrebbero accertato dei collegamenti tra il Presidente della Fondazione, il consulente giuridico della Commissione aggiudicatrice, e due coniugi con funzioni di consiglieri della Fondazione. Una serie di indagini complesse avrebbero provato che il soggetto aggiudicatario di gara, fosse il marito di uno dei consiglieri, amico del sacerdote e responsabile della campagna elettorale del consulente giuridico per le elezioni regionali del 31 maggio scorso. Inoltre la ditta scelta per la ristrutturazione, sarebbe una ditta specializzata per l’installazione di soli pannelli fotovoltaici.

Secondo la Procura di Santa Maria Capua Vetere, una gara di appalto di quasi tre miliardi delle vecchie lire, sarebbe stata affidata, a soggetti privi dei necessari requisiti e su una base esclusivamente amicale. Gli indagati avrebbero artificiosamente creato tutti i presupposti per la partecipazione e l’aggiudicazione della gara di appalto, rendendo la procedura ad evidenza pubblica una vera formalità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

error: Questo contenuto è protetto