Cronaca

Caserta – Estorsioni Casalesi ad azienda farmaci: coinvolti due figli del boss Schiavone

Ordinanze di custodia cautelare in carcere a tre persone, detenute nelle carceri di Caserta, Terni e L’Aquila, ritenute affiliate alla fazione Schiavone del clan di camorra dei Casalesi.

Le tre persone sono accusate di estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un’azienda farmaceutica con sede a Gricignano d’Aversa.

Fra i destinatari ci sono anche due dei figli del boss Francesco Schiavone, Nicola e Carmine, ritenuti dagli investigatori, mandanti, esecutori e beneficiari delle estorsioni.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close