Cronaca

Casamarciano – Trovato cadavere carbonizzato

Pietoso e arduo, il riconoscimento sulle spoglie del cadavere del padre divorato dalle fiamme, è stato uno dei quattro figli.

Felice Paduano, 73enne, fabbro di mestiere ed ora in pensione, era stato visto per l’ultima volta, intorno alle ore 19.00, sabato, a San Paolo Belsito, dove vive e risiede la famiglia.

Non avendo, però, fatto ritorno a casa, i familiari nella mattinata di ieri ne avevano denunciato la scomparsa.

A ritrovarlo, in un’Honda civic, bruciata, in località quaranta moggi, a Casamarciano, sulla linea di confine con Nola, il figlio ch’era in compagnia di un amico. Il cadavere carbonizzato dell’uomo era al posto di guida, e, secondo quanto appurato dai carabinieri di Nola, impegnati nelle indagini, entrambi i sedili anteriori dell’auto erano reclinati.

Felice Paduano risulta incensurato e senza collegamenti con i clan camorristici dell’area, gli investigatori seguono tutte le piste possibili. Nel quadro investigativo un elemento significativo è dato dall’accertamento sulle modalità del truce episodio..

Si tratta di verificare se Paduano sia stato ucciso o meno prima che l’Honda civic fosse data alle fiamme. Un accertamento complesso.

Dal sei febbraio scorso ad oggi, quello di Felice Paduano è il quinto cadavere ritrovato in un’auto incendiato. I precedenti ritrovamenti sono avvenuti a Casandrino, Giugliano, Caivano e Grumo Nevano, contesti socio-territoriali dell’area nord di Napoli.

Una sequenza di esecuzioni di pregiudicati, perchè tali erano le vittime, tutte collegate organicamente a clan di camorra, segnatamente al clan Moccia.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close