Politica

Campania – Elezioni, De Luca attende la sentenza del TAR sull’ineleggibilità

Oggi al vaglio della competente sezione del tribunale amministrativo regionale della Campania, a Napoli, il ricorso, sottoscritto da Valeria Ciarambino, candidata alla carica di presidente della Giunta della Regione Campania per la tornata elettorale del 31 maggio, in rappresentanza del Movimento 5 Stelle; ricorso sottoscritto da 5 parlamentari del Movimento pentastellato, residenti in Campania.

Al centro del ricorso, il caso della candidatura di Vincenzo De Luca, in rappresentanza della coalizione di centro-sinistra, per la carica di presidente della Giunta regionale della Campania, con le elezioni di fine maggio. Candidatura ammessa dall’ufficio centrale regionale, per le elezioni e costituito presso la Corte d’Appello di Napoli; candidatura ritenuta del tutto illegittima dai ricorrenti, violando l’applicazione della legge Severino sull’anticorruzione nella pubblica amministrazione.

Alle motivazioni del ricorso principale del 6 maggio, con cui i ricorrenti avvalorano la tesi dell’annullamento della candidatura di De Luca, nell’odierna giornata hanno aggiunto ulteriori motivazioni integrative, a sostegno dell’incandidabilità dell’ex sindaco di Salerno.

Un prospetto di motivazioni, la cui complessità lascia intendere che la partita del contenzioso, sarà tutt’altro che breve e di risoluzione agevole. Un’ipoteca di non poco peso sulla vicenda elettorale in corso densa soprattutto di veleni mediatici, mentre cresce l’indifferenza e l’estraneità della gente comune.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close