PoliticaVN Notizie

Campania – De Luca, no alle passeggiate e prolunga la quarantena nell’avellinese e salernitano

Tiene ferma la barra sull’azione di contrasto e prevenzione alla contagiosità del coronavirus il presidente della Regione-Campania, Vincenzo De Luca. Un’azione affidata all’applicazione delle ordinanze stringenti sottoscritte per arginare e contenere l’emergenza sanitaria in atto, indotta da un morbo insidioso e devastante, contro il quale il distanziamento sociale si sta rivelando al momento l’unica misura praticabile, in grado di tutelare la salute dei cittadini e pubblica. Un’azione, che richiede continuità e costanza operativa, senza che si abbassi il livello di attenzione e guardia.

Ragionevoli e comprensibili sotto questo aspetto le rimostranze del presidente De Luca, a fronte delle dichiarazioni rese dal ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, in ordine alla circolare varata per autorizzare le passeggiate dei bambini nelle vicinanze delle abitazioni familiari, ma solo se accompagnati da un genitore.

Per il governatore De Luca, restano, invece, tassativi in Campania i divieti assoluti di passeggiare e di fare jogging. Al fine di rafforzare la decisione fatta, De Luca lancia un nuovo appello, invitando i cittadini a restare a casa per contenere il contagio, poiché sarebbe un delitto vanificare i sacrifici fatti in queste settimane abbandonandosi ora a comportamenti irresponsabili.

Inoltre, il presidente lancia un allarme, sottolineando come le uscite consentite dal governo non fanno altro che generare la perdita di controllo delle ristrettezze imposte, che rischiano di vanificare tutti i sacrifici fatti finora con il rischio di una “ri-esplosione” del contagio tra due settimane.

E così, anziché ridurre l’attesa del calvario di questi giorni, lo si andrebbe a prolungare all’infinito, con danni incalcolabili per la salute dei cittadini innanzitutto, ma anche per l’economia, facendo ripiombare l’Italia nell’emergenza più drammatica.

Il presidente De Luca, dopo l’aspra critica, invita il Governo nazionale a confermare in maniera chiara e forte l’obbligo per tutti di rimanere a casa, salvo che per l’acquisto di beni alimentari o di medicinali, invitando le Forze dell’Ordine a far rispettare le ordinanze regionali, non consentendo attività omissive od elusive dei cittadini.

Coerenza e fermezza che permeano l’azione del presidente De Luca che ha confermato i provvedimenti di isolamento per Ariano Irpino in provincia di Avellino, oltre Sala Consilina, Caggiano, Polla, Auletta e ‘Atena Lucana, in provincia di Salerno; provvedimenti prolungati al 14 aprile.

 

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds