Cronaca

Campania – Auto e moto d’epoca, ripristinata la tassa

Auto e moto d’epoca di nuovo tassate. Sono le ‘sorprese’ che la legge di stabilità 2015, ha riservato ai collezionisti italiani, appassionati di automobili e motoveicoli storici. La scure del recupero economico da parte di uno Stato, in continua lotta con la matematica e con i propri conti, non ha risparmiato il settore del collezionismo, ripristinando la tassa automobilistica di proprietà.

Una norma che è immediatamente precettiva e che è andata in vigore dal primo gennaio. La scure fiscale ha colpito i veicoli con un’anzianità di costruzione dai venti ai trent’anni, cancellando l’esenzione per macchine e moto di particolare interesse storico.

Dal primo gennaio 2015, pertanto, i veicoli ultraventennali esentati sono nuovamente soggetti al versamento della tassa automobilistica di proprietà, da pagarsi sino al compimento del trentesimo anno dalla loro costruzione.

Per consentire il regolare versamento del tributo, la Regione Campania ha già provveduto all’aggiornamento dei propri archivi, precisando che, in base alla costante giurisprudenza della Corte Costituzionale, la disciplina degli elementi costitutivi della tassa automobilistica, stante la natura erariale del tributo, è di competenza esclusiva dello Stato. Le Regioni possono disporre esenzioni, detrazioni e riduzioni solo nei limiti e secondo i criteri fissati dalla legislazione statale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds

Close
Close