Serie DVN Calcio

Avellino – Terza vittoria di fila, demolito l’Anzio

I laziali vengono sconfitti a domicilio per 3-1

Dopo aver fatto due su due in campionato l’Avellino si appresta a scendere in campo per il programma infrasettimanale, ad Anzio. Partita iniziata rispetto alle altre con posticipo di un’ora per ordine pubblico.

Da domenica scorsa ad oggi varie cose sono accadute in casa bianco-verde. Anzitutto è stata resa nota, finalmente, la campagna abbonamenti. Ed in sede di presentazione è stata offerta, tra l’altro, anche una specie di commistione di acquisto per calcio e basket, essendo la proprietà la stessa.

Poi c’è stata la tegola Mister Graziani. Ricoverato e sottoposto,l’allenatore irpino, ad intervento chirurgico ad un occhio. Per lui,oggi,niente panchina. Intervento comunque tutto ok. Per domenica, si vedrà. Lo sostituisce il suo vice Macchioni.

Per la seconda trasferta in terra laziale come al solito gran carovana del tifo irpino. Arrivati leggermente in ritardo sul terreno di gioco di Anzio, hanno comunque impiegato poco per farsi sentire.

Match che parte moscio ed in sordina per entrambe le compagini. L’Anzio per un evidente timore reverenziale, mentre l’Avellino è oltremodo penalizzata da un terreno di gioco gibboso ed irregolare dove chiaramente non ci si può permettere giocate particolarmente tecniche.

Avellino si presenta con Ciotola e Sforzini. De Vena va in panchina. Girano e si alternano anche parzialmente gli under. Anzio in formazione tipo. Gioco continuamente fermato dal direttore di gara. Gara spesso condizionata dal forte vento

15′ – Prima occasione per l’Avellino. Fa tutto bene Ciotola che si mangia l’avversario e da posizione defilata trova la risposta in corner del portierte laziale.

Mezz’ora di gioco a ritmi blandi, anche se l’Avellino guadagna, man mano, metri.

38′ – L’Avellino prova a sfondare sulla destra. Tribuzzi mette in mezzo l’ennesimo cross, ma Gerbaudo non riesce a deviare in porta.

46′ – Punizione di Gerbaudo per la testa di Mikhaylovskiy. Conclusione alta sulla traversa.

E così si conclude la prima frazione di gioco

1′ – Si riprende. In campo Tompte e De Vena per Buono e Ciotola. L’Avellino prova ad accelerare forte.

6’ gol di De Vena. Rasoiata della punta ex Casertana dal limite dell’area, su passaggio di Tribuzzi. Anzio-Avellino 0-1. Terzo gol consecutivo in campionato per De Vena, lasciato incredibilmente solo dalla difesa dell’Anzio.

10′, occasionissima sprecata da Tribuzzi, in un quattro contro uno in contropiede. L’esterno ha sbagliato l’appoggio.

11’ Gol di Sforzini, raddoppio dell’Avellino. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Morero ha fatto la sponda per il centravanti avellinese che in area piccola si è girato e ha gonfiato la rete. Anzio-Avellino 0-2. Primo gol in stagione per l’ariete biancoverde.

15′ La compagine laziale si fa vedere. Grande intervento di Lagomarsini, che si è superato sul colpo di testa di Visone per l’Anzio.

20’ Avellino triplica.Contropiede micidiale imbastito da De Vena che arrivato a pochi metri dal portiere e serve Sforzini. Comoda e facile la marcatura del numero trentadue.

Ma al 34′ l’Anzio,inaspettatamente, accorcia le distanze. Pallone arrivato in area di rigore irpina, viene svirgolato da Matute ed arriva la deviazione di Artistico. Anzio-Avellino 1-3.

Cresciuta la pressione dei laziali, con l’Avellino che sta tirando il fiato.

40′ – Palo dell’Avellino. Azione tutta impostata da Parisi e Tompte. I due under hanno giocato benissimo. Il tiro dell’attaccante però termina sulla base esterna del palo.

Al 90 l’arbitro concede 4 minuti di recupero. Ma non accade nulla. I lupi controllano e portano a casa la terza vittoria consecutiva. Risultato finale tutto maturato nel secondo tempo. Vince l’Avellino, davanti a 250 tifosi biancoverdi in festa. I Lupi sono da soli al comando. Ora arrivano due partite consecutive in casa: Anagni e Cassino. Si prova la fuga? In Irpinia, per ora, si sorride e si spera.

Anzio-Avellino 1-3

ANZIO (3-4-1-2): Rizzaro, Visone, Giordani, Costanzo; Di Palma, M. Di Magno (4′ st Florio), Sterpone, Del Prete; Papa; Artistico, Prandelli (22′ st Ludovisi). A disp.: Bartolelli, F. Di Magno, Bruno, Arcaleni, Abu Kheit, Lazzarini, Pirazzi. All.: Volpi.

AVELLINO (4-4-2): Lagomarsini; Nocerino (29′ st Patrignani), Mikhaylovskiy, Morero, Parisi; Tribuzzi, Buono (1′ st Tompte), Matute, Gerbaudo (32′ st Ventre); Ciotola (1′ st De Vena), Sforzini (21′ st Acampora). A disp.: Bruno, Mentana, Urbansky, Dondoni. All.: Macchioni.

ARBITRO: Catanoso di Reggio Calabria.

Guardalinee: Pinna-Della Monica.

MARCATORE: 6′ st De Vena (AV), 11′ st Sforzini, (AV) 19′ st Sforzini (AV), 34′ st Artistico (AN).

NOTE: spettatori 350 circa. Ammoniti: Nocerino (AV) e Mikhaylovskiy (AV) per gioco violento; Sforzini (AV) per proteste. Angoli: 6-4 per l’Anzio. Recupero, pt 2′.

Tags

Articoli correlati

Close
Close