PoliticaVN Notizie

Avellino – Il “modello Avella” sbarca in Provincia

Il servizio di Gianni Amodeo

Un progetto di lunga prospettiva, per la cui attuazione il presidente dell’amministrazione provinciale di Avellino, l’avvocato Domenico Biancardi, è attivamente impegnato, fin da quando si è insediato alla guida dell’Ente di palazzo Caracciolo,  circa un anno fa. E’ il progetto per le politiche di promozione turistica del vasto e significativo patrimonio ambientale, storico-culturale e paesaggistico-naturalistico che vanta la Verde Irpinia,  non adeguatamente conosciuto, nonostante le valenze attrattive che lo connotano; strumento e leva operativa del progetto,la Fondazione Irpinia, quale organismo di sistema a rete, per programmare e coordinare le iniziative e manifestazioni che corrispondono in pieno alle finalità delle politiche per il turismo culturale e ambientale.

            Un percorso di progetto, ufficialmente apertosi con gli incontri di gennaio scorso, a palazzo Caracciolo, indetti dal presidente Biancardi con le rappresentanze di Confindustria, Camera di Commercio, Ufficio scolastico provinciale, Consorzio universitario, Dipartimento d’Architettura della Federico II e Confcommercio, per focalizzare e tracciare le linee portanti del progetto, per il quale è stato messo a punto lo Statuto che  fa matrice e riferimento della Fondazione Irpinia; Statuto che sarà  presentato e proposto dal presidente Biancardi perl’approvazioneal Consiglio provinciale convocato alle ore 10 di mercoledì, a palazzo Caracciolo. Tra gli obiettivi della Fondazione, l’istituzione dei Distretti culturali sui territori della provincia distinti in aree omogenee, oltre che la confluenza di tutte le Fondazioni già attive per la promozione dei territori nella Fondazione Irpinia qualeorganismodisistemae di coordinazione.

            Una volta approvato lo Statuto, seguirà la formalizzazione con atto notarile della Fondazione Irpinia e, contestualmente, sarà attivata la procedura d’appalto per l’allestimento della piattaforma digitale, a cui è affidato il racconto dellIrpinia e dei suoi tesori di profilo naturalistico e paesaggistico, dinteresse storicoartistico ed archeologico, oltre che architettonico.

            Caposaldo dell’impalcatura progettuale di Fondazione Irpinia, è il coinvolgimento nell’azione di coordinamento come nei Distretti di figure professionali qualificate in comunicazione culturale  e marketing turistico. E sotto questo aspetto, un riferimento di sicuro interesse è l’operatività del Siat, il Servizio d’informazione e accoglienza turistica istituito oltre due anni fa proprio ad Avella, la città di cui è sindaco Biancardi; Servizio che si richiama alla specifica legge regionale sul turismo in Campania, in larga parte disattesa, che fa registrare probanti e positivi riscontri sempre crescenti. E quello di Avella è ancora l’unico Siat attivoinambitoregionale.   

Articoli correlati

Back to top button

Lascia un Mi Piace!


This will close in 30 seconds