CittàCronacaVN Notizie

Avellino: Alessandra disabile 35 enne muore sparata dal padre che poi si toglie la vita

Sono storie di forza e coraggio quelle anche contraddistinguono le famiglie con in casa un figlio disabile. Storie di resilienza e gioia molte volte ma che spesso senza un sostegno adeguato sia emotivo che pratico possono esporre la stessa famiglia a pressioni difficili da gestire. 

Potrebbe essere successo questo, anche se è ancora tutto nelle mani degli inquirenti, oggi pomeriggio ad Avellino a Bosco dei Preti, quartiere residenziale della città. 

Costantino Mazza ha sparato contro la figlia Alessandra di 35 anni con un fucile regolarmente detenuto e poi ha rivolto l’arma contro di sé. Un gesto dettato dalla disperazione, il culmine forse di uno stress e una fatica che hanno influito sulla psiche mentale dell’uomo diventato una tragedia. (articolo completo nel video)

Articoli correlati

Back to top button