Cronaca

Area Vesuviana – Lavoro nero, 2 denunce e sanzioni per 750mila euro

Contrasto al lavoro nero, controllo dei luoghi di lavoro a tutela della sicurezza dei lavoratori. Azioni di controllo eseguite dai carabinieri della Compagnia di Nola, in alcuni comuni dell’area vesuviana. A Palma Campania i militari hanno denunciato un 42enne del Bangladesh, titolare di un opificio tessile.

L’uomo è stato accusato di aver dato lavoro ad otto suoi connazionali non in regola con le norme sull’immigrazione e di svolgere le attività in locali sprovvisti dei requisiti di sicurezza sui luoghi di lavoro. Oltre alla denuncia a carico del responsabile sono state contestate violazioni amministrative per 59mila euro e l’attività è stata sospesa.

A San Gennaro Vesuviano i carabinieri della locale stazione, in collaborazione con colleghi del nucleo operativo del gruppo carabinieri per la tutela del lavoro di Napoli, hanno invece denunciato un 57enne del Bangladesh titolare di un opificio tessile, ritenuto responsabile di varie violazioni alla normativa per la sicurezza sui luoghi di lavoro. Nel suo opificio sono stati trovati 2 lavoratori stranieri “a nero”. I militari hanno proceduto al sequestro del laboratorio e dei macchinari, contestando al titolare violazioni per 702.300 euro, oltre a sospendere l’attività.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close